• Gio. Ott 28th, 2021

Isernia/Venafro. Collaborazione tra Chiesa e Carabinieri per prevenire i fenomeni delle truffe

DiThomas Scalera

Mar 5, 2016

isernia-carabinieri-vescovo
ISERNIA/VENAFRO. La diocesi di Isernia – Venafro, con Sua Eccellenza il Vescovo, Monsignor Camillo Cibotti, ed il Comando Provinciale Carabinieri di Isernia, con il Comandante Tenente Colonnello Marco Cuccuini, nel corso di una conferenza stampa tenutasi questa mattina presso la Caserma di viale 3 marzo 1970, hanno annunciato l’avvio, di concerto con la locale Prefettura, di una importante iniziativa che vedrà a breve impegnati i rappresentanti dell’Arma in varie parrocchie della provincia di Isernia. L’intento è quello di predisporre un ciclo di incontri con i fedeli, al fine di prevenire più efficacemente i fenomeni delle truffe, che vedono sempre più spesso quali vittime persone anziane, facilmente raggirabili. Tali incontri verteranno in particolare su una serie di suggerimenti e consigli pratici, proprio per mettere in guardia tutte le persone contro fenomeni criminosi. Per tale motivo, l’Arma ha anche pubblicato di recente un vademecum quale valido supporto per evitare di rimanere vittime di raggiri di vario genere, che verrà tra l’altro distribuito a tutti i partecipanti durante gli incontri. Nel corso della conferenza, alla quale hanno partecipato anche il Comandante del Nucleo Investigativo, Maggiore Salvatore Vitiello, ed il Comandante della locale Compagnia, Capitano Michele Carfora, si è fatto anche un punto sulla situazione attuale del fenomeno delle truffe nella provincia “pentra”, dalla quale è emerso che il numero complessivo di tali reati, negli ultimi anni, anche grazie all’impegno dell’Arma dei Carabinieri, come quello delle altre Forze di Polizia, è comunque progressivamente calato, infatti dai 102 casi di truffa verificatisi nell’anno 2012, si è passati ai 77 casi dell’anno 2015, con un calo nel quadriennio del 25%, mentre le truffe consumate nei primi due mesi di quest’anno sono 19 delle quali il 58% scoperte e i cui autori sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria, una media maggiore rispetto a quelle scoperte nell’anno precedente che è pari al 50%.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru