Lun. Giu 1st, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Julie e Juan, i ragazzi che girano l’Europa a cavallo ci mostrano una diversa prospettiva della vita. Li abbiamo incontrati

2 min read
EVENTI IN EVIDENZA

PRATA SANNITA – Julie Bagh e Juan Pablo Testa sono due ragazzi come tanti, con sogni, prospettive, e progetti. Si sono conosciuti un anno fa e dopo soli 3 mesi hanno deciso di iniziare un viaggio, con i loro cavalli, per l’Europa.

Sono partiti da Avignone (Francia), hanno attraversato le Alpi, tutta la pianura padana fino ad arrivare in Slovenia, da lì, poi, Croazia fino a Dubrovnik. Il loro viaggio però si è fermato in Slovenia. Con l’intento di far diventare il loro viaggio da giro dell’Europa a giro del mondo, nel momento in cui si apprestavano ad attraversare l’Albania e il Montenegro sono stati fermati dalla burocrazia: i loro cavalli non avevano i giusti permessi per viaggiare al di fuori dell’Europa e quindi, per non rischiare il sequestro, grazie all’aiuto di un veterinario locale, sono riusciti a trovare un ragazzo pugliese, addetto ai trasporti dei cavalli, che li ha aiutati ad arrivare in Puglia.

A Prata si sono fermati, perché hanno trovato un ambiente accogliente che li ha fatti restare un giorno in più rispetto alla tabella di marcia prevista, un altro segno della grande disponibilità e ospitalità dell’Alto Casertano.

Sono andato ad incontrarli, li ho intervistati, e mi hanno lasciato una pace che poche volte ho avuto modo di provare nella mia vita.

Il Video:

La nostra foto con i protagonisti.

Per questo articolo ringraziamo Rosetta Riccio, che ci ha segnalato la presenza di queste magnifiche persone sul nostro territorio.

Seguite le loro avventure sulla loro pagina Facebook: Julie et Juan viajando voyagent .

Leggi anche:

Scambio culturale in Slovenia per cinque giovani di Pietramelara

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

Open

Close