• Ven. Lug 1st, 2022

La Fiaccola della Pace per il “Cessate il Fuoco” a Fontegreca dove sorge la Cipresseta

La Fiaccola della Pace a Fontegreca, il grido No War dei giovani per il Cessate il Fuoco. Consegnato “Encomio di Pace” al Dirigente scolastico Vincenzo Italiano, quale Preside di “Scuola di Pace” grande camminatore e scalatore di montagna giunto alla sua 94a salita sul Miletto il “Monte della Pace” (quota 2050 mt s.l.m.). I 4 Sindaci del Matese presenti alla manifestazione (Fontegreca, Capriati A Volturno, Gallo Matese e Ciorlano) firmano il “Patto di Pace dei Sindaci della Comunità Montana del Matese.

Anche nell’antico borgo di Fontegreca, situato nel cuore del Parco regionale del Matese, dove sorge la riserva naturalistica e la bellissima Cipresseta è giunta la Fiaccola della Pace per lanciare con i giovani del plesso scolastico di Fontegreca dell’IC. “F. Rossi” di Capriati a Volturno il grido “No War” e per chiedere il “Cessate il Fuoco”. La storica manifestazione si è svolta il 31 Maggio 2022 ed è stata organizzata dall’ I.C. “F. Rossi”( plesso di Fontegreca) retto dal preside Vincenzo Italiano, in collaborazione con il Movimento Internazioale per la Pace e la Salvaguardia del Creato III Millennio, con il patrocinio del Comune di Fontegreca retto dal Sindaco Stefano Cambio e con il patrocinio morale del Parco Regionale del Matese e della Comunità Montana del Matese. Dopo le tappe di Prata Sannita e di Letino con i plessi scolastici appartenenti sempre al citato Istituto Comprensivo, anche la scuola di Fontegreca ha voluto aderire all’appello lanciato dal Movimento per la Pace ed organizzare la Marcia per la Pace accompagnando il cammino della Fiaccola. Lo storico evento è culminato con la messa a dimora, preceduta dalla benedizione da parte del parroco, dell’Albero della Pace dedicato a “tutti i caduti e alle vittime delle guerre, stragi, attentati, terrorismo, violenze e mafie” dai 100 anni ad oggi con una dedica per la Pace in Ucraina e nel mondo e per chiedere il Cessate il Fuoco”. Hanno presieduto ufficialmente accanto al Sindaco di Fontegreca Stefano Cambio, i Sindaci di Gallo Matese Antonella DellI Carpini, di Capriati a Volturno Rocco Marcaccio, insieme all’assessore Rosaria Castaldo del Comune di Capriati, con i quali è stato sottoscritto il “Patto di Pace dei Sindaci della Comunità Montana del Matese”. Il Sindaco di Ciorlano Mauro Di Stefano ed il vice Sindaco di Fontegreca Crescenzo Barone, delegato alla Pubblica Istruzione sono giunti poco prima che terminasse la manifestazione per portare i propri saluti ed apporre la firma sull’appello “Cessate il Fuoco”( Di Stefano ha posto la firma anche sul “Patto dei Sindaci del Matese”) . Presenti ufficialmente il preside dell’I.C. “F. Rossi ” Vincenzo Italiano al quale poi, dopo aver già siglato “il Patto di Pace” per la riconferma del titolo di “Scuola di Pace” (siglato per la prima volta durante la 1a ed.ne della Fiaccola della Pace avvenuta presso il Comune di Capriati A Volturno nell’anno 2018 dov’ è presente la sede principale della scuola) durante le recenti tappe di Prata e di Letino con gli altri due plessi scolastici appartenenti sempre al citato Istituto Comprensivo, gli è stato conferito l’ “Encomio Speciale per la Pace” per essersi impegnato con la scuola nel promuovere la tappa della Fiaccola della Pace presso tutti i plessi scolastici dell’I.C. “F. Rossi”presenti nei comuni del Matese. Con il Dirigente scolastico poi, il Sindaco, il parroco, i rappresentanti dei genitori, degli alunni, dei docenti e con il Maresciallo dei carabinieri Luigi Germani ed il Comandante della Polizia municipale Alessio Montaquila presenti ufficialmente alla manifestazione, è stato sottoscritto l’appello “Cessate il Fuoco, per un’Europa di Pace” per inviarlo al Governo, così come si è fatto e si sta facendo con le tappe della Fiaccola della Pace, per chiedere di fermare la guerra in Ucraina.

Partita dal plesso scolastico, la marcia della Pace, guidata dalla Fiaccola in capo al corteo portata dall’alunno rappresentante della scuola, hanno partecipato gli alunni dei plessi dell’infanzia, della primaria e della secondaria di 1° grado. Il corteo poi, dopo aver attraversato una strada del centro storico è giunto presso la piazza principale del borgo dove sono avvevuti tutti gli interventi. Buona la partecipazione anche dei genitori e di tanti cittadini che hanno manifestato per il bisogno di Pace e per esprimere la propria solidarietà al popolo ucraino. Dopo i saluti del Sindaco, del Dirigente scolastico che hanno ricordato l’importanza di difendere sempre il valore della Pace attraverso il percorso educativo e l’impegno familiare e a seguire i saluti dei Sindaci di Gallo Matese Antonella Delli Carpini, di Capriati a Volturno Rocco Marcaccio e della Presidente del Movimento per la Pace Agnese Ginocchio. Gli alunni, guidati dalle bravissime docenti del plesso della primaria e della secondaria di 1° grado di cui referenti sono le prof.sse Maria Antonietta Valerio ed Emma Scialdone, hanno declamato bellissimi e significativi pensieri sulla Pace con letture, frasi e musiche dedicate al tema. Poi hanno realizzato un mosaico a forma di cuore dove al centro si leggeva la parola Pace; su ogni pezzo del mosaico vi era riportata una parola, gli alunni hanno spiegato come si costruisce la Pace unendo volta per volta tutti i pezzi che hanno composto il cuore. A seguire altri pensieri e frasi declamate a voce in cui hanno spiegato che la guerra è causa di morte e di distruzione. Gli alunni hanno realizzato striscioni e cartelloni esibiti durante il corteo, sui quali la parola Pace dominava sovrana, fra questi spiccava un cartellone su cui si leggeva l’articolo 11 della Costituzione. Un grande lavoro scolto dai docenti insieme agli alunni, per far risuonare ovunque il messaggio di Pace e Nonviolenza guidati dalla luce della Fiaccola.

La Presidente del Movimento per la Pace Agnese Ginocchio, ha ricordato ancora una volta che la Pace è frutto di Nonviolenza, poi indicando la bandiera tenuta da un alunno ha spiegato che la Pace si ottiene solo attraverso un lavoro costante di dialogo e di tolleranza, la Pace è frutto di perdono, di riconciliazione e si fonda sul rispetto e la fratellanza fera i popoli. “Chi pensa di poter portare la Pace con le armi è in errore”, ha ribadito. Sulla stessa linea il Sindaco e il Dirigente scolastico. “Non bombe ma alberi, perchè gli alberi ci donano ossigeno consentendoci di vivere, al contrario delle bombe che avvelenano, distruggono e uccidono la vita e la Madre Terra”. Il parroco don Gianfranco Zuppa dopo la benedizione dell’Albero della Pace ha espresso un pensiero di Pace e una preghiera rivolta alla Madonna, a conclusione del mese mariano a Lei dedicato. Al temine un buffet offerto dai genitori degli alunni che in sinergia all’amministrazione si sono messi a disposizione per l’accoglienza e con l’allestimento di gazebo e distribuzione di bibite fresche, una piazza cosparsa di fiori e di profumi floreali. A terra, al centro della piazza, con i petali dei fiori è stata scritta la parola Pace. Presenti alla manifestazione anche la Protezione Civile che ha monitorato il servizio sicurezza e a seguire con il responsabile del gruppo locale Antonio Ferruccio e l’ operatore volontario Michele Cardarelli si è messa a disposizione per la messa a dimora dell’Albero della Pace, piantumato davanti alla casa comunale in una grossa fioriera di cemento con accanto la targa di titolazione declamata durante la manifestazione dal Sindaco, e la bandiera della Pace che il Primo cittadino ha consegnato a Michele Cardarelli per posizinarla accanto all’Albero della Pace in ricordo di questa giornata memorabile. Tutto ciò è stato reso possibile grazie all’adesione di un Dirigente scolastico Vincenzo Italiano, Preside di “Scuola di Pace” grande camminatore e scalatore di montagna, giunto alla sua 94a salita sul Miletto il “Monte della Pace” (quota 2050 mt s.l.m.) che insegna quel “cammino in salita”, immagine del percorso di Pace, che richiede costanza, resistenza, difficoltà che si incontra lungo il cammino in salita e che obbliga a soste, poi rimettersi ancora in cammino per raggiungere il traguardo. La Pace è quel cammino in salita che deve splendere in tutto il Matese e nel mondo.

In alto i comuni per la Pace. In alto le Scuole di Pace!

Per visualizzare il video della manifestazione collegarsi ai seguente link:

https://fb.watch/dwtOiNOl9v/
Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Comunicato Stampa

I comunicati stampa