• Mar. Mag 17th, 2022

Il cammino della Fiaccola della Pace giunge a Riardo per il “Cessate il Fuoco”

Il cammino della Nonviolenza della “Fiaccola della Pace” giunge martedi 10 Maggio 2022 nello splendido borgo di Riardo per chiedere il “Cessate il Fuoco. Fermatevi! La guerra è una follia. Accendiamo la Pace. Continuano le mobilitazioni del Movimento per la Pace organo promotore della “Fiaccola della Pace”, lo storico evento partito dall’anno 2014 che ha toccato a tappe tantissimi comuni della nostra terra coinvolgendo Scuole ed Enti locali, che fa parte dei percorsi della memoria storica dei 100 anni della grande guerra ad oggi. L’ Istituto Comprensivo “G.Falcone-P.Borsellino” ( sede dell’Istituto scolastico di Riardo ), aderendo all’ invito del Movimento Internazionale per la Pace la Salvaguardia del Creato III Millennio, con il Patrocinio del Comune di Riardo, organizza la Marcia per la Pace. La manifestazione si svolge in un particolare momento storico, la guerra Russo-Ucraina si somma in maniera drammatica ai tanti conflitti ancora presenti in tante aree del Mondo. Non c’è tempo da perdere bisogna mobilitarsi. La scuola, deputata alla formazione dei giovani scende in campo per esprimere il “No War” unendosi così alle tante mobilitazioni che si stanno tenendo ovunque in sinergia alla rete nazionale. Lo storico evento si svolgerà martedi 10 Maggio a partire dalle ore 10:00.

Di seguito si riporta il programma di massima.

Ritrovo e partenza Via Giovanni XXIII ( aree pertinenziali dell’Istituto scolastico). Percorso: Via Foscolo, Casa Comunale. Via San Leonardo, Via Dante Alighieri. Gli interventi si terranno davanti alla sede Comunale dove avverrà la cerimonia di messa a dimora, preceduta dalla benedizione da parte del delegato del parroco, dell’Albero della Pace, dedicato a “tutti i caduti e alle vittime delle guerre, stragi, attentati, terrorismo, criminalità, violenze e mafie”, e ai martiri della resistenza antifascista di Riardo, dai 100 anni ad oggi . “In Solidarietà con il popolo Ucraino”.

Seguirà la declamazione dell’Appello “Cessate il Fuoco” per un’ “Europa di Pace” da parte del delegato del Movimento per la Pace, la Sigla del “Patto di Pace” con la Scuola, con la nomina di “Scuola di Pace” e la consegna dell’ Attestato di “Encomio di Pace” al Comune “Partigiano della Resistenza”.

Saluti del Sindaco Armando Fusco, del Dirigente scolastico Vincenzo Di Lauro, dell’Assessore alla P. Istruzione Gina Betti, del delegato del Parroco don Vittorio Marra, della Presidente del Movimento per la Pace Agnese Ginocchio, del Presidente ANCR sezione locale, del Referente ANPI provinciale e dei rappresentanti delle Istituzioni e Associazioni storico – culturali presenti. Seguiranno gli interventi degli alunni realizzati con i docenti sul tema della Pace.

In sinergia all’appello e alle mobilitazioni lanciate dalla Rete Nazionale Pace e Disarmo, Movimento Nonviolento, Peacelink, Tavola della Pace – Marcia Perugia Assisi, Scuole di Pace, Enti Locali per la Pace, Pax Christi e all’appello di Papa Francesco, per chiedere al Governo italiano di impegnarsi con l’UE nel promuovere un’ Europa di Pace. Cessi il conflitto armato in Ucraina e si usi la strada della diplomazia e del dialogo. In Solidarietà con il popolo ucraino per dire “NO alla Guerra e a tutte le guerre nel mondo. Fermatevi! Accendiamo la PACE” Fermiamo questa follia! La Pace è l’unica strada agli scontri di civiltà. Si invita la Cittadinanza a partecipare nel rispetto delle attuali norme di contenimento del virus covid-19. Oggi più che mai, non basta dire “pace, pace”. Occorre essere pronti a farla, in prima persona. Il pericolo è sempre più grande. Condividiamo tutti una responsabilità. Se non sapremo opporre alla guerra una “decisa volontà della Pace” verremo travolti.

L’alternativa alla guerra esiste ma serve la volontà politica di realizzarla. Per spingere i governi sulla via della Pace deve crescere dal basso un grande movimento di cittadini e istituzioni per la Pace.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Comunicato Stampa

I comunicati stampa

Rispondi