• Dom. Nov 27th, 2022

Vince la Sessana di misura al “Prassino” contro una arcigna Sanciprianese

SESSANA: 1 De Lucia, Delfino, Alfano, Celio, Esposito, Sacco, Fava, Otranto (66′ Franchini), Fava Passaro D (94′ Talitro), Nugnes (75′ Di Palma), De Iorio S (73′ De Iorio L). All. La Manna. A disp. Di Caprio, Nardi, Fava Passaro C, Masi, Vingione.

SANCIPRIANESE: 0 Bruno, D’Alterio, Capitelli, De Muto (75′ Pompeo), Capogrosso, Sessa, Maietta (75′ Arena), Coppola (79′ Credentino), Ciocia, Mugione, Giorgio. All. Pezzella. A disp. Sbordone, Piccirillo, Morza, Cerullo, Iaiunese, Morrone.

ARBITRO: Gabriele Rifatto di Napoli

ASSISTENTI: Julian Giunta di Ercolano – Ciro Lauro di Castellamare di Stabia

RETE : 55′ Fava Passaro D (SES)

NOTE : AMMONITI: Delfino, Nugnes (SES); De Muto (SCP)

CORNER: 4-4

RECUPERO: 0′ PT; 5′ ST

SPETTATORI 300 circa 

SESSA AURUNCA (Di Genesio Tortolano). La Sessana supera con il risultato di 1 – 0  nel catino amico “dell’Ernesto Prassino”, il tignoso team della Sanciprianese guidato da mister Dino Pezzella, allunga ulteriormente la sua serie positiva contrassegnata da successi e resta saldamente al terzo posto in classifica.  Il trainer dei gialloblù aurunci, Vincenzo La Manna ha proposto sulle corsie esterne difensive Alfano e Delfino, in mediana il trio Fava, Otranto e Celio, novità invece in attacco  con Salvatore De Iorio preferito al fratello Luca di fianco a Nugnes e capitan Fava. Gli ospiti rossoblù, allenati da Dino Pezzella,, reduci dalla vittoria della scorsa settimana per 2 – 0 contro il club rossoverde del Teano di Antonio Vastano, si affidano in attacco al duo composto da Ciocia e dall’ex Mugione.

Nel primo tempo e per la precisione al sesto minuto di gioco, sono i gialloblù padroni di casa a confezionare l’occasione del match : sugli sviluppi dell’angolo battuto da Salvatore De Iorio, la sfera arriva sul secondo palo, dove Esposito riesce  a trovare la deviazione, ma sulla traiettoria si immola De Muto che evita la capitolazione. All’11’ invito in verticale per Salvatore De Iorio che supera il diretto avversario Capitelli, l’attaccante aurunco con la casacca numero undici s’accentra, ma la sua conclusione mancina viene respinta con i piedi dall’estremo difensore ospite Bruno. È una Sessana decisamente propositiva che costruisce una nuova opportunità con Nugnes, quest’ultimo calcia con forza con il sinistro, peccando sul piano della  precisione e l’azione da goal sfuma. E’ sempre l’asse  mancino protagonista, ma il premio agognato del goal non arriva. Le opportunità scaturiscono entrambe su palle inattive e per l’esattezza su calcio di punizione. Il primo ad incaricarsi dell’esecuzione balistica è Salvatore De Iorio la cui conclusione termina fuori , l’altra, effettuata da Nugnes, viene respinta in angolo dal portiere avversario Bruno. La Sanciprianese si chiude e affida le proprie speranze e fortune al contropiede, L’opportunità in ripartenza è orchestrata dal tandem offensivo Ciocia,  Mugione che non trovano lo spiraglio giusto. La Sessana è intraprendente, ma scarseggia la fortuna, quando il solito arcigno difensore ospite De Muto, nega all’infaticabile motorino di centrocampo Celio la gioia del più facile dei goal che sarebbe valso il vantaggio, quando mancavano una manciata di  minuti dall’intervallo.

Nella  ripresa, la Sanciprianese allo scoccare del minuto 52′, prova ad affacciarsi dalle parti di De Lucia con il tiro del numero dieci Mugione che termina alto sopra la traversa. Trascorrono soltanto tre giri di lancette e cioè al minuto 55 e il risultato si sbocca in favore dei padroni di casa gialloblù: l’esterno sinistro di difesa Alfano, recupera la sfera nel cuore dell’area avversaria ed opera un cross, De Iorio appostato sul secondo palo conclude in rovesciata, la palla attraversa tutta l’area di rigore dove capitan Fava è il più lesto e come un falco si avventa sul cuoio e da due passi insacca a porta vuota.. Rete che stappa una gara divenuta ancor più scorbutica del previsto con la firma del suddetto capitano alla settima marcatura in campionato. I gialloblù al minuto  81, riescono a raddoppiare: Nugnes serve Alfano in profondità che con il sinistro incrocia e batte l’estremo difensore ospite Bruno, ma l’assistente Lauro sbandiera  un più che dubbio fuorigioco del terzino sinistro aurunco. Dopo la rete subita, la Sanciprianese si riversa in attacco alla ricerca del pareggio. Il tecnico Pezzella  propone una formazione a trazione anteriore, inserendo anche Pompeo ed Arena per il forcing finale. Doppia occasione per i rossoblù ospiti dell’Agro Aversano in due minuti: è prima il neo-entrato Arena a colpire la traversa da pochi passi sugli sviluppi di un corner, poi ci prova dalla distanza l’ex Mugione con la palla che sibila fuori dallo specchio di porta, dopo una deviazione della difesa gialloblù. La Sessana risponde per ben due volte, con Nicola Celio che si  inserisce e dal limite dell’area di rigore conclude con la sfera deviata da un difensore ospite che termina sul fondo e successivamente con Luca De Iorio che viene fermato in posizione regolare solo davanti al portiere avversario Bruno. Nei cinque minuti di recupero decretati dal direttore di gara Rifatto di Napoli e precisamente ad uno dal termine cioè al 94′ il cross di Mugione trova Sessa in area, quest’ultimo da pochi passi colpisce di testa, ma De Lucia ben piazzato sulla linea di porta è immobile e riesce a bloccare salvando i suoi dalla capitolazione. Al triplice fischio festeggia la Sessana che fa bottino pieno nelle due sfide interne consecutive con il Vitulazio e la sopraccitata Sanciprianese. Nella prossima sfida, la compagine gialloblù aurunca, sarà di scena in trasferta al “Paolo Borsellino” di Volla, contro il giovane e frizzante  sodalizio biancoblù del Macri, presieduto da Michele Visone, vera e propria variabile impazzita del girone A del campionato di promozione. Da segnalare, il pessimo arbitraggio di Gabriele Rifatto della sezione di Napoli, lupus in fabula, quest’ultimo conferma con altri errori marchiani vedi la mancata concessione di un rigore apparso netto al team di casa della Sessana la propria inadeguatezza, dopo i disastri operati nel derby valevole per i play – off, disputatosi lo scorso anno al “Montecuollo” di Cellole, contro i rossoblù di mister Michele Cimino nel quale commise nefandezze inenarrabili che penalizzarono i gialloblù sessani che furono estromessi dalla post season. 

Print Friendly, PDF & Email
Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Redazione V-news.it

Il bot redazionale

Rispondi