Ven. Mag 29th, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Lavoro: Cgil, Cisl e Uil indicono una manifestazione regionale

3 min read
EVENTI IN EVIDENZA

Ci sarà una mobilitazione regionale dei sindacati

In Campania il dramma lavoro è sempre più forte

NAPOLI – Il tema del lavoro sempre più una emergenza in Campania. Cgil, Cisl e Uil Campania insoddisfatti dei quattro incontri avuti con la Regione Campania sui temi della piattaforma unitaria regionale sono pronti a mettere in campo iniziative di mobilitazione territoriale e di categoria.

Dalla presentazione, nel mese di luglio, della piattaforma unitaria  che contiene una serie di criticità e proposte – dall’industria alla sanità, dal terziario ai servizi, dalla scuola alla messa in sicurezza del territorio, passando per il mondo del precariato – gli esecutivi unitari regionali

di Cgil, Cisl e Uil, riuniti oggi alla presenza dei segretari generali Nicola RicciDoriana Buonavita e Giovanni Sgambati e dei dirigenti provinciali e di categoria, hanno deciso di tenere nei prossimi giorni iniziative di mobilitazione categoriali e territoriali, che se non produrranno risposte celeri da parte delle istituzioni, porteranno ad una mobilitazione generale regionale.

Le vertenze aperte sono all’ordine del giorno – dicono in una nota i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil Campania, Nicola Ricci, Doriana Buonavita e Giovanni Sgambati – e non riguardano solo l’industria e l’indotto.  Vogliamo risposte concrete e non più slogan da campagna elettorale: i lavoratori non possono più attendere i tempi della politica”. 

Il quadro occupazionale in Campania è sempre più cupo. La crisi del lavoro e la conseguente elevata disoccupazione, attanagliano in una spirale negativa l’intero Mezzogiorno d’Italia. L’emigrazione, soprattutto quella giovanile è ripresa a ritmi vertiginosi con l’ormai inevitabile spopolamento di gran parte delle aree territoriali del Sud.

Una situazione che fa registrare dati sempre più drammatici ed alla quale è sempre più urgente dare risposte concrete. La politica sin qui ha fallito nel tentativo di invertire la rotta. Le sigle sindacali denunciano il problema e si mobilitano nell’auspicio che ogni azione necessaria ad invertire la rotta sia intrapresa.

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

Close