• Lun. Ott 18th, 2021

L’avvertimento dell’oltre in Morandi, Rothko e Manzù di Giorgio Agnisola

DiThomas Scalera

Giu 23, 2015

Mercoledì 24 giugno alle ore 18,00 presso all’Arte/Studio-Gallery di Benevento , ci sarà la presentazione del libro “L’avvertimento dell’oltre in Morandi, Rothko e Manzù” di Giorgio Agnisola.  La pubblicazione edita da “il pozzo di giacobbe, 2015” sarà illustrata dalla prof.ssa Antonella Fusco, docente di Lettere Moderne all’Istituto Magistrale “G.Guacci” di Benevento. L’avvertimento dell’oltre in Morandi, Rothko e Manzù trama l’arte contemporanea: un avvertimento che può cogliersi nel profondo dell’espressione come riflesso di un’ansia, come turbamento e ricerca non di rado drammatica di ragioni e sensi del mistero della vita. Una ricerca in genere non inquadrabile in un ambito confessionale, che non assume l’ansito di una speranza coltivata come dichiarata religio, ma che può essere vivissima, attingere più di tante pallide e retoriche manifestazioni confessionali alla sapienza del mistero. Come nel caso di tre grandi artisti del Novecento Morandi, Rothko e Manzù di cui l’autore, conosciuto critico d’arte, indaga l’opera e la vita.

Giorgio agnisola

Biografia di Giorgio Agnisola

Giorgio Agnisola (1947) è critico d’arte, scrittore, giornalista.  È professore stabile di arte sacra presso l’Istituto Teologico Salernitano (Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale). È Valde Peritus della stessa Facoltà per le Scienze estetico-teologiche. Insegna altresì Arte sacra presso la sezione San Luigi della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale. Presso la stessa Sezione è condirettore della Scuola di Alta Formazione di Arte e Teologia. Ha operato a lungo come consulente d’arte moderna e contemporanea nell’ambito degli accordi internazionali per gli scambi culturali. Dal 1983 al 1995 è stato chiamato in missioni ufficiali dai Paesi francofoni d’Europa per studi e ricerche sull’arte presente. Nel gennaio del 1974 ha conseguito la laurea in ingegneria meccanica.  Collabora dal 1990 alle pagine culturali del quotidiano “Avvenire”, ed in particolare alla pagina “Arte”, nonché al suo inserto mensile “Luoghi dell’infinito”. Collabora o ha collaborato anche a numerosi periodici e riviste specializzate (Studi Cattolici, Psychologies, Ottocento ecc.).  E’ membro societaire dell’Associazione Internazionale Critici d’Arte.

agnisola

Fa parte della Société Internationale di Psychopathologie de l’expression.  Si è molto occupato di didattica dell’arte e di problematiche connesse con lo studio, la conoscenza, la fruizione dell’arte e in particolare dell’arte sacra. Dirige il periodico di arte, società e comunicazione, Artepresente e le collane di quaderni allegati. Ha diretto numerose collane editoriali. In particolare, presso Guida di Napoli, la collana d’arte Antologica e la collana di poesia L’artista e l’opera. Ha condotto, parallelamente alla scrittura, una fitta attività di operatore culturale, fondando tra l’altro negli anni Settanta il premio letterario “Casa Hirta”, che per un ventennio è stato un prestigioso premio italiano.  Ha promosso mostre di rilievo internazionale, come “Il simbolismo in Belgio” (1985), nel Palazzo Reale di Caserta, in collaborazione con il Governo Belga, “Italia-Lussemburgo, confrontations”, (2002), in collaborazione con l’Ambasciata del Lussemburgo in Italia, “Alberto Magnelli, opere 1915-1970”, Pinacoteca Civica di Gaeta (2012) ; Alberto Burri, Unico e multiplo, Pinacoteca Civica di Gaeta (2014).  È consulente della Cei (ULN) per l’arte sacra contemporanea e membro della commissione di arte sacra della Diocesi di Napoli.

ARTE/STUDIO-GALLERY

VIA SANT’AGOSTINO 15 – BENEVENTO

dir. art. Mario Lanzione

E-mail: arte[email protected];

contatti fb: artestudio-gallery Benevento

Presenta – L’avvertimento dell’oltre

in Morandi, Rothko e Manzù

di Giorgio Agnisola

edizioni – il pozzo di giacobbe – 2015

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru