Ven. Dic 6th, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Casagiove. Le suore dell’Istituto Mater Amabilis “preghiamo per chi ha messo in risalto l’inchiesta”

3 min read
EVENTI IN EVIDENZA

L’Istituto si difende dagli attacchi mediatici di ieri sull’inchiesta degli abusi

La scuola ribadisce la propria posizione su ciò che è accaduto all’interno della propria realtà scolastica.

CASAGIOVE. L’ Istituto Mater Amabilis non ci sta, ieri sera la scuola ha diffuso un proprio comunicato stampa chiarendo la propria situazione sugli attacchi mediatici di ieri. L’Istituto retto dalle Suore degli Angeli ha voluto rispondere in maniera significativa agli articoli di alcune testate giornalistiche locali sulla notizia delle indagini investigative che la Procura della Repubblica sta svolgendo su taluni insegnanti dell’Istituto. La Direzione della scuola crede nel perdono, evidenziando con fervore quei principi veritieri che la stessa chiesa insegue da sempre, le affermazioni che sono state diffuse sono false e fuorvianti al punto tale da ledere il nome dell’Istituto, delle due Suore (la scuola ribadisce la massima fiducia alle due insegnanti) ma anche di quanti che da sempre a Casagiove per ottant’anni hanno speso la loro vita per la diffusione della loro missione educativa in città.

L’Istituto da sempre è sorretto dalla forza di Dio, dalla forza della preghiera, mai abbiamo abbandonato la fiducia nella giustizia ribadiscono le Suore degli Angeli , la nostra verità è intatta. Il comunicato stampa pubblicato qui in foto, spiega realmente la vicenda accaduta lo scorso anno scolastico:

COMUNICATO STAMPA DELL’ISTITUTO MATER AMABILIS DI CASAGIOVE

Intanto da ieri dopo la diffusione del comunicato, la solidarietà per l’Istituto è scattata a macchia d’olio, tanti papà e mamme (tantissimi ex allievi del ‘Mater Amabilis’) hanno già manifestato dopo anche la vergognosa diffusione degli articoli, solidarietà all’interno della scuola, le Suore non nutrono rancore verso chi ha dato inizio a questa dolorosa inchiesta e le stesse assicurano nel comunicato preghiere per quell’unico genitore, la scuola si dichiara pronta anche ad una riconciliazione con il genitore che ha denunciato l’accaduto. C’è massima fiducia nella giustizia- da sempre la nostra realtà didattica ribadiscono le fondatrici delle Suore degli Angeli- adoratrici della Santissima Trinità, la Beata Suor Maria Serafina Micheli rappresenta l’esempio di vita assoluto dei sani principi cristiani. Siamo pronte a gridare la nostra verità per difendere i nostri bambini, non possiamo permettere che queste vicende possano causare danni fisici, psicologici e spirituali alla nostra comunità scolastica. Quindi concludono le religiose lavoreremo affinché tali fenomeni, in tutte le loro forme, non avvengano più, appena finirà il tutto la scuola con tutta la sua comunità sarà pronta ad effettuare una conversione continua e profonda dei cuori, attestata da azioni concrete ed efficaci che coinvolgano tutti noi membri della nostra realtà ecclesiastica e scolastica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

Close