• Gio. Ott 21st, 2021

Legittima difesa, Alberto De Monaco (FdI): "basta disinformazione e demagogia"

DiThomas Scalera

Apr 8, 2017

Alberto De Monaco sta lavorando al rilancio di Fratelli d’Italia nell’Alto Caserta, ha detto la sua su un tema attuale cioè la legittima difesa:
Legittima difesa, tema turbolento e molto discusso dai media e dalla politica in questo ultimo periodo. Facciamo qualche chiarezza e riflessione a riguardo. L’art. 52 del nostro codice penale introduce il concetto di legittima difesa; ‘ non è punibile chi ha commesso il fatto per esservi stato costretto dalla necessita di difendere un diritto proprio od altrui contro il pericolo attuale di un’offesa ingiusta, sempre che la difesa sia proporzionata all’offesa.
Affermare che questa disposizione sia poco coerente è accettabile, ma arrivare sino al punto di dichiarare pubblicamente che sia incostituzionale significa fare demagogia. Introdurre, come sostiene Matteo Salvini, una legge che introduca una legittima difesa sulla scia della normativa vigente in U.S.A. e in Svizzera significa trascurare la giurisprudenza della C.E.D.U. e l’art. 2 della nostra costituzione.
L’art. 2 tutela un diritto importantissimo, non espressamente garantito in costituzione, ma che trova appunto il fondamento in questo articolo vale a dire il diritto alla vita; introdurre quindi una legge che tuteli la legittima difesa prendendo come modello quella statunitense non so fino a che punto possa superare il vaglio del giudizio di ragionevolezza della corte costituzionale.
Permettere al proprietario di casa di poter uccidere arbitrariamente colui che si introduce nel proprio domicilio può significare addirittura privare il reo di un diritto costituzionalmente garantito, vale a dire il diritto di non essere posto a misure lesive di libertà e nel peggiore dei casi, del diritto alla vita da parte di un autorità non legittimità a porre in essere tale condotta coattiva, vale a dire in questo caso il proprietario di casa.
Qualora, invece, il cittadino agisca per difendere la propria o altrui incolumità, avendo accertato che quest’ultima è in pericolo, la sua condotta è già disciplinata dall’art. 52. Tuttalpiù si potrebbe ragionare sulla regola di coerenza della disposizione ai sensi sempre di detto articolo e magari intervenire su una modifica radicale dell’interpretazione comune da parte dei giudici, andando a modificare quella consuetudine interpretativa che va a integrare il diritto vivente; ma attenzione però, in questo caso siamo sul piano dell’interpretazione non su quello della legislazione, il parlamento non deve entrare in nessun merito.
O al massimo si potrebbe intervenire su una modifica dello stesso art. 52, rendendo più chiaro il significato della disposizione e lasciando quindi poco arbitrio interpretativo al giudice, operando il principio di tassatività quindi. Io personalmente credo che si debba fare un ragionamento diverso, cercare di rimuovere il male alla radice. Aumentare la quasi se non inesistente sicurezza, assicurare e aumentare la certezza della pena commisurata al reo, investire e tutelare i servizi che garantiscono la sicurezza dell’individuo e dare possibilità anche ai comuni cittadini di essere collaboratori di giustizia, evitando che questo sia l’atto per essere oggetto di ritorsione se non di esecuzione capitale da parte della criminalità organizzata. Riguardiamo prima la sostanza e la causa di quest’ultima, non concentriamoci su sfumature inutili frutto di disinformazione e demagogia.

Alberto De Monaco di Fratelli d’Italia ha detto la sua sulla legittima difesa.

 

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru