• Dom. Ott 24th, 2021

Lettera aperta di una mamma vairanese a tutti i cittadini

DiThomas Scalera

Set 19, 2016

E’ bello quando una comunità ti riconosce come punto di riferimento.

Di seguito pubblichiamo la lettera che una “mamma vairanese” ha scritto a tutti i suoi concittadini.

Leggetela tutta d’un fiato.

 

A tutto il popolo Vairanese

Cari amici, volevo raccontarvi la storia di una persona qualunque che è arrivata nel vostro paese quasi per caso.

La persona sono io.

Mi sono trasferita qui a Vairano Patenora tanti anni fa e con tanta indifferenza.

Non mi piaceva il luogo e non mi piacevano le persone. Ogni occasione era buona per evadere da voi e ritornare nel paese di origine. Ma si sa è sempre difficile ambientarsi a posti nuovi, come è difficile dare confidenze a persone nuove.

Poi sono arrivati i miei figli, loro sono ormai figli di questo paese, così ho tolto il velo che avevo davanti gli occhi e ho deciso di dare una opportunità a questo paese.

Devo dire che ciò che ho trovato e guardato mi è piaciuto tanto.

Vairano Patenora è un paese straordinario ricco di storia e di storie.

La mia lettera è un semplice sfogo che sento di fare.

Ormai questo è il mio paese siete la mia gene sono parte di voi come voi fate parte di me, della mia vita.

Questo paese non è più considerato un bel paese è con rammarico che noto la mancanza di tanti servizi pubblici, l’inefficienza di un’amministrazione comunale, qui mi sembra che tutto vada a rotoli.

L’elemento scatenante di questo mio sfogo è stato la chiusura della Banca, non capisco come il sindaco non sia intervenuto su questa faccenda che ha creato non pochi disaggi al popolo Vairanese; non vi è un adeguato servizio di trasporto per raggiungere paesi vicini, ma di questo pare non importi a nessuno o quanto meno alle persone che contano.

Le nostre scuole sono un disastro, si vocifera che sarà trasferita la segreteria scolastica da Vairano Patenora a Vairano Scalo, in più tra qualche anno anche la Posta chiuderà. Per non parlare delle condizioni disastrose delle strade, della ormai abitudine alla mancanza di acqua, della mancanza di interesse alla ristrutturazione del nostro castello, di una pro-loco che cura solo le sue tasche, di un servizio di nettezza urbana che fa come gli pare e non voglio prolungarmi.

Io da semplice cittadino mi indigno, vorrei non restare solo a guardare tutto questo scatafascio, vorrei non dover vedere morire Vairano Patenora, vorrei non dover vedere i miei figli lasciare Vairano Patenora ma io essendo una persana qualunque ho pensato e ripensato a cosa potessi fare e quello che mi è riuscito è stato dare voce attraverso questa lettera affinché si svegli la coscienza di chi può e deve fare qualcosa per il suo popolo.

Noi non siamo “un popolo” ma “il popolo” di Vairano Patenora con la nostra storia, qui ci sono famiglie centenarie che hanno visto nascere e crescere il paese non buttiamo tutto all’aria ridiamo vita a Vairano Patenora.

Si sono susseguite amministrazioni che hanno curato i propri interessi lasciando un popolo allo sbaraglio. Quello che noto è che c’è stato un incremento delle tasse comunali a fronte di quali servizi?

Sono mortificata, dispiaciuta, triste proprio quando mi ero ormai innamorata di questo paese mi viene voglia adesso di fuggire lontano

Ovunque si gira per il paese c’è un malcontento generale seguito dalla frase “e nessuno fa niente”

Bene, io non voglio “non fare niente” questo sfogo è l’unica cosa che posso fare, e l’ho fatto, spero che arrivi al cuore di chi conta e che creda nella rinascita di un paese che sta morendo; l’unico modo per far rinascere e curare gli interessi della gente senza un secondo fine. Mi rivolgo a persone che hanno a cuore le sorti di Vairano e che non pensano ai propri interessi.

Sono stufa, dico basta a tutto questo egoismo, ma da sola non vado lontano rischio di sembrare una persona da additare come pazza esaltata, ho bisogno di chi crede ma soprattutto di chi può.

Non restiamo solo a guardare.

Un Abitane di Vairano Patenora

donna-si-spalle

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru