• Mer. Ott 27th, 2021

L’uomo rifiuta l’interrogatorio, il magistrato rigetta richiesta della perizia psichiatrica della difesa

NAPOLI. Si è avvalso categoricamente della facoltà di non essere interrogato Luca Materazzo, unico imputato nel processo sull’omicidio del fratello Vittorio Materazzo, l’ingegnere napoletano ammazzato con decine di coltellate la sera del 28 novembre 2016, davanti la sua abitazione di Maria Cristina di Savoia, a Napoli.
    Durante il breve dibattito in udienza tenuto nell’aula 115 della terza Corte d’Assise, il presidente Giuseppe Provitera ha anche rigettato completamente la richiesta di perizia psichiatrica presentata diverse udienze fa dalla difesa, all’epoca l’avvocato difensore era Francesco Longhini. Attualmente Luca Materazzo, durante il procedimento giudiziario ha cambiato una sostituito quindici legali, oggi è difeso dagli avvocati Alessandro Motta e Concetta Chiricone. Il prossimo appuntamento è per il 9 aprile, quando verrà discussa la requisitoria del pm Francesca De Renzis. 

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru