• Gio. Ott 28th, 2021

L’uomo sarebbe stato creato dagli alieni. Gesù uno di loro. E’ la religione Rael

DiThomas Scalera

Apr 22, 2015

rael-claudevorilhon

L’origine e lo scopo della vita sulla terra è una domanda che da sempre affligge il genere umano. Le religioni monoteiste hanno dato le loro interpretazioni basandosi in particolare sul testo sacro della Bibbia e sul libro della Genesi. I primi uomini, Adamo e Eva, sarebbero stati creati da Dio. Questa sarebbe l’inizio della storia della specie umana. Esiste un movimento religioso, se così possiamo definirlo, che parte sempre dalla Bibbia ma da un’interpretazione del tutto diversa. Il Movimento Raeliano riconosce come ultimo profeta Rael, al secolo Claude Vorilhon, che sostiene di aver avuto un incontro ravvicinato con un extraterrestre che gli avrebbe spiegato la giusta interpretazione della Bibbia. Il tutto si basa sulla giusta traduzione del termine ebraico Elohim, che non andrebbe tradotto come Dio ma come “quelli venuti dal cielo”. A creare  Adamo e Eva non sarebbe stato quindi un Dio, ma bensì delle forme di vita intelligenti che hanno visitato il nostro pianeta. Rael espone il suo racconto ne “Il libro che dice la verità“, raccogliendo tutte le dimostrazioni secondo le quali dietro gli interventi che credevamo divini ci siano stati gli alieni. Quindi Mosè ricevette le tavole dagli alieni e furono loro ad aprire le acque. La Torre di Babele era in realtà un razzo, la distruzione di Sodoma e Gomorra sarebbe avvenuta con un bombardamento alieno. Persino Gesù sarebbe nato dall’unione di un alieno con Maria. Furono gli alieni a sostenere Gesù mentre camminava sulle acque (attraverso un loro raggio), e la moltiplicazione dei pani altro non era che uno speciale cibo simile a quello che usano gli astronauti. Sicuramente una tesi molto affascinante che spiegherebbe il riferimento di Gesù al Padre che è nei cieli o al fatto che lui si dichiarasse di un altro mondo. Rael ha scritto anche altri libri, tra cui uno in cui afferma di avere avuto un secondo incontro in cui sarebbe andato sul pianeta di questi alieni, per altro del tutto simili a noi, dove avrebbe conosciuto Gesù e altri profeti del passato come Budda o Maometto. Lo scopo del Movimento Raeliano è quello di diffondere il messaggio ricevuto da Rael e di raccogliere fondi per costruire un’ambasciata che dovrebbe accogliere gli ufo nel loro arrivo sulla terra. Le posizioni etiche che sostiene il movimento sono abbastanza controverse. Il movimento si dichiara contro il matrimonio, per l’autodeterminazione sessuale, a favore dell’aborto e dell’eutanasia. Si dichiara anche a favore delle clonazione. Il messaggio di Rael comprende l’applicazione della geniocrazia, una forma di governo in cui i più intelligenti sono al potere attraverso la misurazione del quoziente intellettivo. Il movimento propone anche l’umanitarismo, una sorta di abolizione della proprietà privata. Insomma un movimento sui generis ma che fa riflettere su un tema molto importante: è possibile che quelli che i mostri antenati abbiano definito divinità siano in realtà alieni che hanno promesso di tornare. La teoria è nota anche come “Teoria degli antichi astronauti” e si basa sul fatto che diverse civiltà del passato hanno fatto riferimento ad essere venuti dal cielo che hanno donato loro la conoscenza. Sicuramente uno spunto di riflessione sull’origine dell’uomo e sul suo posto nell’universo.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru