• Dom. Ott 17th, 2021

Macerata Campania. Festa di “Sant’Antuono”, successo per l’attesa sfilata delle Battuglie

DiThomas Scalera

Gen 17, 2017


MACERATA CAMPANIA. Dopo la pioggia delle scorse ore che ha visto gli organizzatori annullare la sfilata delle Battuglie di Pastellessa della giornata di ieri l’altro, ieri sera tripudio di suoni sul sagrato della chiesa abbaziale “San Martino Vescovo”. L’esibizione dei bottari in corso Umberto I, dove ha sede il comune di Macerata Campania, è uno dei momenti più significativi della manifestazione folkloristica. Per consentire l’avvio del suono della prima Battuglia sono state anticipate di qualche ora le diverse iniziative in programma. Giornata conclusiva dei festeggiamenti è quella di oggi quando già da prima mattina il paese della Pastellessa sarà invaso dal ritmo tradizionale dei tini, botti e falci. Alle ore 9 il simulacro del santo protettore degli animali attraverserà in processione le strade della cittadina portato a spalla dai carristi ed accompagnato dalla banda musicale “Associazione Amica”. Questo il percorso: corso Umberto I, via Elena, via Santo Stefano, via Vescovo Mincione, via Nenni, via Gobetti. La santa messa sarà celebrata, a partire dalle ore 9:30, nello slargo tra via Nenni e via Gobetti. Seguirà la benedizione dei carri di Sant’Antuono con il saluto al Santo: il presidente dell’associazione “Sant’Antuono & le Battuglie di Pastellessa” darà inizio alla cerimonia con un segnale acustico ed, in contemporanea, i carri inizieranno a suonare. La festa prosegue, poi, in piazza De Gasperi con lo spettacolo pirotecnico figurato e la sfilata delle diciotto Battuglie; mentre, in largo Croce con la riffa, la vendita dei beni in natura. In serata, dopo l’esibizione nella piazza principale del paese, lo spettacolo pirotecnico e la premiazione dei carri che hanno partecipato a questa edizione.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru