Comunicati Stampa

Maddaloni/Marcianise. Ugl Caserta, Palumbo chiede il tavolo di crisi per l'Interporto Sud Europa

Ferdinando Palumbo

MADDALONI/MARCIANISE. Il Segretario Provinciale della Unione Territoriale del Lavoro UGL Ferdinando Palumbo ha scritto al Prefetto di Caserta chiedendogli di farsi promotore di un tavolo istituzionale di salvaguardia occupazionale, per individuare soluzioni in tempi brevi alla crisi ormai perenne dei lavoratori del bacino dell’Interporto Maddaloni-Marcianise.

-A seguito dei provvedimenti giudiziari di questi ultimi giorni a carico dei vertici dell’azienda Interporto Sud Europa- si legge in una nota del sindacato di Via Vivaldi -si profila l’ennesimo blocco occupazionale per gli oltre cinquanta lavoratori del settore costruzioni che operano nell’area dell’Interporto sin dalle sue origini, peregrinando attraverso i molteplici passaggi di cantiere che si sono avvicendati nel tempo senza avere la possibilità di stabilizzare il proprio posto di lavoro nonostante lo occupino praticamente da oltre vent’anni. La loro condizione ha subito dallo scorso ottobre un ulteriore aggravamento con la decisione di Interporto di revocare gli appalti alle società operanti nell’area, dando luogo all’ennesimo licenziamento delle maestranze-

Con l’ennesimo nulla di fatto si è concluso l’appuntamento fissato lunedì scorso tra le organizzazioni sindacali e Interporto con la mediazione del Sindaco di Maddaloni, De Filippo, al quale i vertici di Interporto non si sono presentati.

Presenti all’incontro il segretario cittadino della Ugl, Giuseppe Espugnato, ed il vice Segretario Provinciale, Mauro Naddei, che hanno esternato la fortissima preoccupazione per la ripresa delle attività lavorative, che si stava profilando a seguito dei nuovi appalti in fase di conferimento da parte dell’Interporto, ora minacciata dalle incertezze emerse in conseguenza dei suddetti provvedimenti giudiziari.

“Vogliamo vederci chiaro” dichiarano i sindacalisti Ugl “sui termini in cui le ditte appaltatrici intendono garantire il pieno riassorbimento delle maestranze del bacino, onorando le disposizioni di legge in materia e gli accordi presi in sede sindacale, nonché sulla gestione delle maestranze dell’Interporto in questi anni in ragione degli accordi istituzionali sottoscritti, considerato l’ingente investimento di fondi pubblici che avrebbe dovuto creare forti prospettive di occupazione”.

Leggi anche:

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Comments are closed.