• Lun. Ott 18th, 2021

Maddaloni/Valle di M. Rapinarono una villa, sequestrando e minacciando una coppia di anziani: arrestati due giovani

DiThomas Scalera

Gen 15, 2016

Ladro
MADDALONI/VALLE DI M. I carabinieri della Stazione di Valle di Maddaloni, nell’ambito di un’attività d’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, hanno dato esecuzione al decreto di fermo del PM, nei confronti di due soggetti originari di Maddaloni: Grazio Gagliardi, 22 anni, Michele Gagliardi, 25 anni, ritenuti gravemente indiziati, in concorso tra loro, dei reati di rapina in abitazione (artt. 629 – 110 c.p.), lesioni personali (art. 582 c.p.) e porto abusivo di armi atte ad offendere (art. 4 L. 110/75). I rei, introdottisi in piena notte del 9 gennaio all’interno di un villino ubicato nel comune di Valle di Maddaloni, armati di giravite e punteruolo, svegliavano due coniugi ultrasessantacinquenni ivi residenti e li legavano con delle fascette in plastica al letto, costringendoli, previa minaccia di morte, a farsi consegnare la somma in denaro di euro 2000 e numerosi gioielli di cospicuo valore. Durante le fasi della violenta azione delittuosa veniva immobilizzata anche la figlia che, intanto, era rientrata a casa, e, ferito all’addome e alla testa il padre che aveva tentato invano di reagire (giudicato guaribile in gg 7). Le immediate investigazioni condotte dai Carabinieri sono state espletate mediante l’accurata e dettagliata formalizzazione della denuncia, l’escussione di numerosi vicini svegliati dai rumori, gli accertamenti sull’autovettura utilizzata, nonché attraverso il fondamentale riconoscimento fotografico da parte delle vittime degli autori del cruento delitto. Nell’ambito delle indagini, altro elemento determinante è rappresentato dalla circostanza che, nella stessa notte, personale del Commissariato di Ps di Maddaloni controllava due dei tre malfattori, dei quali uno, a seguito di perquisizione personale, veniva trovato in possesso di un orologio in oro, successivamente accertato essere di proprietà della famiglia rapinata. Espletate le formalità di rito, i fermati, tutti con a carico gravi pregiudizi penali, venivano associati presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru