Dom. Ago 25th, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Maltempo: morti e dispersi a Livorno mentre Irma entra in Florida

2 min read

Livorno. È di cinque vittime il bilancio dei corpi senza vita ritrovati in zona Monterotondo, in seguito al grande nubifragio abbattutosi stanotte sulla zona. Circa 400 millilitri d’acqua in poco più di 4 ore, e danni anche a macchine e abitazioni allagate. Torrenti delle colline livornesi esondati e molte persone sfollate, soprattutto nell’area sud, da Collinaia, Ardenza e Montenero. Frana nei pressi della stazione di Quercianella che ha interessato l’Aurelia. Da Pisa a Livorno da ieri è allerta meteo, ma un po’ tutta la Toscana è sotto assedio del maltempo. Anche la Liguria è interessata in questi momenti da ondate di pioggia assidua e venti forti. Non si escludono peggioramenti su altre zone dello stivale. Ancora non chiarissima la dinamica che ha portato alla morte i cinque uomini. Quattro cadaveri sono stati rinvenuti in uno scantinato, uno invece nella zona di Montenero. Mentre scrivo giungono segnalazioni di probabili tre dispersi, segnalati dai familiari che non li hanno ancora visti rientrare nelle rispettive dimore. Dall’altra parte dell’oceano, in Florida, sono ormai 3 ore che l’uragano Irma ha bussato alle porte delle coste, facendo saggiare tutta la sua forza, che per il momento è stabile a forza 4, ma che potrebbe tornare ai massimi livelli di forza 5, come nelle ore precedenti. Aumenta inoltre il numero degli “obbligati” a lasciare le proprie abitazioni, in conseguenza a previsioni di spostamenti diversi dell’uragano, che ora interesserebbe anche la zona più interna della Florida. Trecentomila tra aziende e cittadini senza corrente elettrica. Con venti che viaggiano a più di 200 chilometri orari, il passaggio di Irma non sarà di certo una passeggiata. Ma anche nelle zone considerate non a rischio i venti e la pioggia sono cospicue e potrebbero causare comunque danni diretti e indiretti a persone e cose. Da un contatto residente a Miami, in una zona centrale a 7 miglia dal mare, apprendo mentre scrivo che i venti si stanno intensificando e la pioggia è tanta. Non è in zona pericolosa, ma riesce ad avvertire la potenza di questa forza naturale che a pochi chilometri da lui inizia a scatenarsi. Sperando di non dover fare una lunga lista di danni dopo il suo passaggio, restiamo aggiornati e appesi alla speranza. Trump si è affidato a Dio, manifestando in maniera inequivocabile il senso di impotenza e frustrazione che si avverte di fronte a calamità non contenibili né affrontabili con umana scienza.

Potrebbe interessarti

Open