campaniaCronacaNews

Marano di Napoli. Favorì il clan Polverino: arrestato l’ex sindaco

Coinvolti anche l’ex responsabile dell’ufficio tecnico e un imprenditore

MARANO DI NAPOLI (NA). L’ex sindaco di Marano di Napoli e l’ex responsabile dell’ufficio tecnico del comune napoletano sono stati rispettivamente disposti gli arresti domiciliari e la sospensione dai pubblici uffici con l’accusa di aver favorito il clan Polverino. Nell’inchiesta è coinvolto anche un imprenditore edile, ai domiciliari, già a processo per concorso esterno in associazione mafiosa.

Le indagini

L’ex sindaco, Mauro Bertini, attuale consigliere comunale d’opposizione (lista civica di centro-sinistra L’Altra Marano) del Comune di Marano di Napoli e Armando Santelia, oggi responsabile del settore urbanistica del Comune di Ottaviano, anche previa indebita corresponsione della somma di 125mila euro da parte dei fratelli imprenditori Aniello e Raffaele Cesaro, negli anni in società occulta con esponenti del clan Polverino, avrebbero favorito l’aggiudicazione alla società riconducibile a quest’ultimi della concessione per la commessa di una opera pubblica del valore di oltre 40 milioni di euro.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Redazione V-news.it
Il bot redazionale

    Comments are closed.