• Lun. Gen 24th, 2022

Un intero pomeriggio dedicato alla cultura del verde nelle sue varie declinazioni si terrà a Marcianise nel prossimo weekend. Sabato 23 aprile 2016, alle ore 16,00, Palazzo Tartaglione riapre le porte al pubblico in occasione di “Giardino Amore Mio”. I visitatori potranno lasciarsi inebriare dalle fioriture primaverili dell’antico giardino della dimora storica sita in via Tartaglione 8, di recente scelta dal FAI (Fondo Ambiente Italiano) come luogo di interesse culturale. Si potranno, inoltre, percorrere i viali ed i sentieri di un luogo dall’atmosfera incantata che conserva un fascino senza tempo. Il programma della manifestazione prevede alcune conferenze da parte di esperti del settore che si terranno nell’antico fienile del Palazzo, dove sarà allestita, per l’occasione, una mostra fotografica di Alessandro Santulli a cura di Luca Sorbo, docente dell’Accademia di Belle Arti di Napoli.Giardino Amore Mio _ Facebook Copertina Saranno inoltre presenti associazioni, artigiani, artisti e produttori che rappresentano le diverse anime di una sensibilità “green” e si distinguono per un lavoro svolto in sintonia con la natura e nel rispetto di essa. In particolare, l’associazione-vivaio “Giardino Semplice” promuoverà l’idea dell’importanza del recupero, anche in giardino, attraverso la riproduzione di piante spesso dimenticate; l’associazione “Marcianise In Bici”, che si occupa della promozione dell’uso abituale della bicicletta, presenterà lo studio di un percorso nella campagna marcianisana quale punto di partenza per un ritorno all’utilizzo di spazi verdi da tempo abbandonati; “Happy Planet” proporrà laboratori di giardinaggio ai più piccoli per educare al rispetto della natura; l’associazione “Uniti per…” presenterà percorsi di ortoterapia studiati appositamente per i diversamente abili.Palazzo-Tartaglione-Giardino-Viale-Panchine Saranno inoltre presenti alla manifestazione: GIA.D.A. Giardini e Dimore dell’Armonia, Adea Amici degli Alberi, Spazi Verdi, Vivai Piante Marrone Francesco, L’Orto Volante, Libera Feola, Azienda Agricola Belardo.Il programma Conferenze a partire dalle ore 17.30:
– “Quello che una pianta sa” di Giovanni Aliotta, già professore ordinario di Botanica della Seconda Università di Napoli, attualmente è componente della Commissione scientifica del Centro Interuniversitario per la Ricerca Bioetica (CIRB);
-“Il seme del noce. Storie di alberi, libri e cacciatori di piante” di Antimo Palumbo, scrittore e storico degli alberi. Si occupa di divulgare la cultura degli alberi con particolare attenzione al patrimonio arboreo della città di Roma. E’ presidente e fondatore dell’associazione ‘Adea amici degli alberi’ – www.adeaalberi.blogspot.it;
-“Dal parco della Reggia di Caserta ai giardini privati: una questione di stile” di Nicola Tartaglione, architetto. Esperto di dimore storiche e giardini antichi, nel 1999 fonda l’associazione GIA.D.A. Giardini e Dimore dell’Armonia. Attualmente è delegato dell’ADSI Associazione Dimore Storiche Italiane per Caserta e provincia – www.nicolatartaglione.it.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru