Ven. Ott 18th, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Marcianise. ‘Tossica’, l’arte che racconta il dramma della Terra dei Fuochi

2 min read
EVENTI IN EVIDENZA

13895430_1664565913869080_4313431387807078868_n

MARCIANISE. Tossica, la prima mostra d’arte contemporanea che racconta con il cuore il dramma della Terra dei Fuochi. L’evento si svolgerà nella cittadina di Marcianise all’interno del palazzo della cultura che un tempo era il banco dei pegni, la mostra inizierà sabato 29 ottobre alle ore 18.30. Più di cento micro pitture create da artisti non solo italiani ma anche spagnoli, rumeni, singaporeani, inglesi. La mostra è stata curata nei minimi dettagli dell’organizzazione da Angelo Coppola, Ivana Storto, Michele Schioppa, e Giacinto Di Patre, il patrocinio è garantito dalla amministrazione comunale di Marcianise e dall’ordine ecclesiastico delle suore Bigie. <Tossica si pone come scopo primario afferma Coppola la vera conoscenza vista con l’arte del fenomeno della “Terra dei Fuochi” che rappresenta una delle più dannose piaghe sociali della Campania.> In questo progetto l’arte subirà una trasformazione radicale da senso di accurata bellezza e perfezione ponderata negli spazi, a racconto totale dell’inferno ecologico in cui oggi la popolazione è costretta a vivere. Oggi possiamo affermare che Coppola insieme ad Ivana Storto, dimostrano di essere i migliori esegeti della propria arte: “Nelle loro opere c’è sempre una sfera riflettente.” Questa sfera riflettente la noteremo anche con la mostra “Tossica” dove l’arte implica per Angelo la magica necessita di essere completamente padrone delle sue emozioni. Il suo “IO” è sempre invariabilmente il centro del suo mondo Attraverso il suo spirito che noi capiremo la memoria divina ed effettiva della Terra, concetto di assoluta libertà pura per la sua arte umana. Attraverso il suo spirito apprenderemo il concetto di “Bello,” ma soprattutto entreremo come spettatori nel suo puro meraviglioso animo umano. Angelo con questo progetto insieme ad Ivana Storto, a Michele Schioppa,ed a Giacinto Di Patre, ma soprattutto insieme a tutti gli artisti partecipanti vuole lasciare a chi interverrà come spettatore alla mostra un magico senso di sollievo, un senso significativo per la vera libertà della Terra. Oggi bisogna essere tutto occhio per trasformare “La Terra dei Fuochi” in “Terra dei Fiori”

manifesto-date

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open