CinemaesteriNewsPagina Nazionalespettacolo

Marilyn Monroe, una diva senza tempo

A 58 anni dalla morte, ricordiamo una delle attrici più belle che hanno fatto la storia, Marilyn Monroe

Non sono interessata al denaro. Voglio solo essere meravigliosa”

Marilyn Monroe

Los Angeles – 5 Agosto 1962. La grande diva Hollywoodiana, Marilyn Monroe, muore nella sua casa di Los Angeles. Ci sono state molte polemiche sulle circostanze della sua morte, dovuta a un’overdose di barbiturici, ma la sua vicinanza alla famiglia Kennedy non ha eliminato un collegamento con il decesso dell’attrice. Molte tracce sono sparite, testimonianze non coerenti hanno destato molti sospetti. Infine, il suo decesso è stato classificato come “probabile suicidio”.

I media hanno formulato altre versioni, una ipotizza la complicità dei Kennedy, che vedevano nella Monroe, che si era detta pronta a dichiarare pubblicamente le loro relazioni con lei, una minaccia per la loro carriera politica.

Un po’ di storia

Norma Jeane Mortenson Baker Monroe, in arte Marilyn Monroe, nasce a Los Angeles il 1° Giugno 1962 ed è stata una delle più grandi attrici della storia del cinema. Ha avuto un’infanzia non serena, da una casa famiglia all’altra ed ha intrapreso molto giovane la sua carriera cinematografica ma il successo arriva con pellicole come ‘Come sposare un milionario’,‘Quando la moglie è in vacanza’, ‘Fermata d’autobus’ e ‘A qualcuno piace caldo’, per la quale vinse un Golden Globe per la migliore attrice in un film commedia o musicale nel 1959.

Molti sapranno che oltre ad essere un’attrice, la Monroe era anche una cantante e ballerina. Tutti ricorderemo Bye Bye Baby e Diamonds Are a Girl’s Best Friend e I Wanna Be Loved by You.

La sua vita sentimentale è sempre stata burrascosa, dal primo matrimonio con James Dougherty . Nel 1945 ci fu una svolta: Il fotografo David Conover, durante alcuni scatti allo stabilimento dove lavorava Marilyn la notò e la esortò ad intraprendere la carriera da modella. L’anno dopo Marilyn divorziò da James. Emmeline Snively,direttrice della Blu Book School of Charm and Modeling fu la sua agente e la trasformò nella bellissima bionda seducente che tutti noi conosciamo.  Molti furono i fotografi che la ‘corteggiarono’.

Dopo  i primi successi si rese conto che aveva ancora bisogno di migliorarsi e cominciò a studiare seriamente recitazione e fece alcuni piccoli ritocchi di chirurgia al volto per ammorbidire il suo aspetto. Non riusciva però ad avere contratti continuativi e spesso ha dovuto cedere a lavori poco consoni alla sua persona. Ha posato nuda per 50 dollari, quella foto poi, apparirà sulla nota rivista di Playboy. Il talent scout Hyde,da sempre innamorato di lei, le procurò un ottimo contratto di lavoro con la 20th Century Fox.

Dopo diversi flirt, sposa Joe di Maggio, giocatore di baseball nel Gennaio 1954, presso il municipio di San Francisco; non poterono sposarsi in chiesa dato che entrambi erano divorziati.

Durante la loro luna di miele in Giappone, Marilyn si recò dai soldati statunitensi feriti e cominciò a cantare per loro. I due si stabilirono poi a San Francisco; la loro unione fu difficile fin dall’inizio, a causa delle loro personalità in conflitto. Poco dopo il matrimonio, il 22 gennaio vinse l’Henrietta Award ai Golden Globe 1954 per la “migliore attrice del mondo”.

M. Monroe – “Quando la moglie è in vacanza”

Quando la moglie è in vacanza’ di Billy Wilder, fu uno dei maggiori successi dell’attrice,La celebre scena nella quale la gonna del vestito bianco di Marilyn si solleva al passaggio di un treno della metropolitana, diventerà un’icona del cinema del XX secolo. Dopo nove mesi divorzierà da DiMaggio.

Dopo, fu per un breve periodo l’amante di Frank Sinatra, poi cominciò ad uscire con Arthur Miller, che sposerà il 29 Giugno 1956. Nel 1957, fondò con il fotografo Milton H. Greene una sua società di produzione, la Marilyn Monroe Production, il cui unico film prodotto fu Il principe e la ballerina di Laurence Olivier.

La Critica apprezzerà molto la sua interpretazione ; il 13 maggio Monroe ritirò all’istituto di Cultura Italiana di New York dalle mani di Anna Magnani il David di Donatello per la migliore attrice straniera. La sua vita matrimoniale non la rendeva felice, ad aggravare la situazione il mancato arrivo di un figlio.

Dal 4 agosto al 6 novembre 1958 girò, insieme con Jack Lemmon e Tony Curtis, A qualcuno piace caldo,uno dei suoi film di maggior successo. Per questo film, la Monroe vinse il Golden Globe come migliore attrice.

Marilyn Monroe – Happy birthday Mr President

La Monroe era spesso malata e, lontano dall’influenza del dottor Greenson, aveva ripreso il consumo di sonniferi e di alcol; inoltre, la sua vita sentimentale era andata a rotoli fino al 1962, quando il 19 maggio al Madison Square Garden, durante i festeggiamenti per il compleanno del presidente John Fitzgerald Kennedy,cantò davanti a circa 15.000 persone Happy Birthday, Mr. President, e Thanks for the Memories di Bob Hope. Il presidente la ringraziò dicendo “Adesso, dopo aver ascoltato degli auguri così dolci, posso anche ritirarmi dalla politica”.

Della relazione con il presidente si era confidata anche con il giornalista Sidney Skolsky. In seguito Kennedy prese le distanze dall’attrice quando Marilyn Monroe gli regalò un Rolex d’oro, donato poi ad un dipendente, con incisa la frase «Jack, with love as always from Marilyn, May 29th 1962» (“Jack, con amore come sempre da Marilyn, 29 maggio 1962”). Marilyn frequentò anche Robert Kennedy, il fratello del presidente, che fu il suo ultimo amante.

I due si erano probabilmente conosciuti quando John Kennedy si era deciso a non frequentare più l’attrice. Le fonti dicono che aveva anche inizialmente promesso di sposarla e che Marilyn disse ai suoi amici che sarebbe diventata moglie di un uomo molto importante.

I biografi concordano nel dire che a quei tempi, durante le riprese di Something’s Got to Give, Marilyn affermava di essere incinta; non conosceva però l’identità del padre del bambino, ma si presume che il figlio potesse essere di Bob Kennedy .

Intanto,sul lavoro, per le continue assenze, la 20th Century Fox intentò contro di lei una causa da mezzo milione di dollari.

La morte

Marilyn Monroe è morta nella camera da letto della sua casa di Brentwood, a Los Angeles, il 5 agosto 1962, all’età di trentasei anni. La tomba dell’attrice è situata presso il Pierce Brothers Westwood Memorial Park Cemetery.

Dopo la sua improvvisa scomparsa, il suo ruolo in Something’s got to give venne affidato a Doris Day e la pellicola uscì nel 1963 con il titolo Fammi posto tesoro. Molti anni dopo, nel 1999, si recuperò dagli archivi della Fox le ultime registrazioni della Monroe, e per omaggiarla hanno prodotto un inedito uscito in VHS.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Marianna D’Antonio
Classe '85. Attivista per la tutela degli animali, avida lettrice ed amante delle serie tv e film d'autore. "Il problema della razza umana e' che gli idioti sono assolutamente sicuri,mentre le persone intelligenti sono piene di dubbi." Bertrand Russell

Comments are closed.