• Dom. Set 19th, 2021

Martone: “Cercasi piano per eradicazione Brucellosi”

Comunicato stampa di Gianpiero Martone

Al di la delle diverse opinioni politiche e giudizi sulle scelte, giudico positiva l’iniziativa dell’Assessore Regionale all’agricoltura Caputo nel dar vita all’AgriDiario , strumento d’informazione sull’attività, le questioni emergenti e l’iniziativa assessorile.

Ho attivato una recente sua lettura con la speranza di trovare qualche rigo, qualche parola o immediate iniziative a favore della Filiera Bufalina; purtroppo da giorni è stato accantonato il grande problema Brucellosi e tutto si è spostato sull’emergenza nitrati. Una Regione sempre più e solo difronte a emergenze, non a programmi e piani di sviluppo.

Adesso l’attenzione si è tutta spostata  sulla questione nitrati; certo questione anch’essa importante ma non può mettere in secondo ordine  la questione Brucellosi  che rimane prioritaria, soprattutto  perché  se si continua  ad abbattere, la riduzione degli allevamenti di migliaia di capi  il pericolo nitrati diventa inesistente ,aumentando fortemente il rapporto tra le aree di terreno disponibili e il numero di capi. Basta leggere le note scientifiche e normative sui nitrati per giungere a una elementare conclusione, a meno che non si è avviata la nuova furbizia che vuole utilizzare l’emergenza nitrati per mettere in atto nuovi affari .

Perché si è passati a centralizzare la discussione su questo nuovo argomento? E’ lecita la domanda, perché anche qui si vorrebbe scaricare la colpa sugli allevatori? 

È il nuovo punto d’attacco ad un comparto già martoriato?  Anche con una Coldiretti che cerca di nascondere le sue grandi ambiguità e assenze sulla questione brucellosi, recuperando un suo possibile ruolo sulla nuova emergenza nitrati, annunciando il ricorso contro le scelte fatte dalla Giunta sulla questione Nitrati? Anche, forse, perché l’ Assessore Caputo l’ha scavalcata sedendosi al tavolo solo con Confindustria? 

Non è da escludere che intorno a questa situazione ci gireranno un bel po’ di soldini pubblici per la costruzione di vari impianti di trattamento. Allo scopo ci è semplicemente di dovere sottolineare a Regione ,Coldiretti, Confindustria, intanto leggetevi per bene la valutazioni tecniche e scientifiche sulle emissioni di nitrati da parte degli allevamenti zootecnici. I nitrati emessi dagli allevamenti sono un grande contributo per la fertilità agricola; rappresentano un problema quando a contatto dell’ossigeno dell’aria aumentano la loro dimensione ,arrecando inquinamento alle acque sotterranee. In tal quadro preoccupatevi prima dello stato dei regi lagni e dell’area inquinata dagli scarichi sotterranei. Andatevi a leggere il piano concreto fatto da Regioni come il Veneto, dando ruolo direttamente alle aziende zootecniche e ai Comuni ,ove i sindaci sono i primi responsabili della sicurezza sanitaria. Dite all’ARPAC di essere una vera Agenzia Campana dell’Ambiente, di fare i dovuti piani strategici e smettere di andare in giro a fare solo contravvenzioni, pagando solo decine o centinaia stipendi.

Purtroppo la storia è sempre la stessa, invece di difendere gli allevatori si vuole stare a tutti i costi nella cabina di “regia” per la gestione dei fondi comunitari. 

In tal senso e direzione ho trovato al quanto strano l’atteggiamento minaccioso del Direttore della Coldiretti Caserta, nella sua diretta Facebook, in merito alla questione vaccinazione dei capi bufalini. 

E’ più che lecita la domanda, ma questa Coldiretti quali interessi difende? Purtroppo è dai tempi della Ex Aima e della Federconsorzi che questa Coldiretti assume atteggiamenti strani e bisogna assolutamente superarla o,almeno, emarginare i suoi nuovi capi a stipendio e a semplice corsa per gestire poteri di Enti pubblici.

Non so se l’assessore Caputo leggerà questo comunicato, ma ciò che penso non lo mando certo a dire; quando si parla di questioni strategiche per l’agricoltura e gli agricoltori, gli allevatori, protagonisti e lavoratori, il confronto  si fa con loro non con Confindustria ;si discute con gli interlocutori giusti e interessati per la loro vita insieme a quella dell’intera collettività, non quelli di comodo ne di affare.

Comunque si resta in attesa del vostro piano regionale per l’eradicazione della Brucellosi, e specifico per la nuova emergenza dei nitrati. Sappiate che comunque non siamo stati certo fermi e non lo saremo, attivando un nuovo protagonismo sovrano dei comuni, degli agricoltori e degli artigiani interessati. Con le mani in mano, come si dice nella tradizione popolare, non ci siamo mai stati e a qualche prossimo giorno saprete di cosa siamo protagonisti. 

SINDACATO AGRICOLTORI E ALLEVATORI BUFALINI

GIANPIERO MARTONE

UNA PARTE DELL’AGRIDIARIO DELL’ASSESSORE CAPUTO

“#AgriDiario  #AgriDay126

Ancora la questione #Nitrati è stato l’oggetto del confronto con #FulvioBuonavitacola, Vice Presidente della Regione e #LuciaLeonessi, Direttore Generale di #Confindustria #Cisambiente.  In un quadro normativo nuovo e radicalmente modificato dal recepimento delle Direttive europee del pacchetto “circular economy”, ci stiamo  sforzando di immaginare “modelli” multifunzionali che rispondano alle esigenze di sostenibilità ambientale. Particolare attenzione sarà dedicata nelle prossime settimane alla definizione di un modello di impiantistica che sappia rispondere a diversi bisogni ma strettamente connessi in chiave di transizione ecologica. E lo dovremo fare per i refluì zootecnici, per i residui verdi e gli  sfalci  e per lo smaltimento della plastica in agricoltura per la produzione di biocarburanti.”

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Comunicato Stampa

I comunicati stampa