Mer. Mag 27th, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Martone scrive a Delrio. “Se non ci date ascolto, bloccheremo il quadrivio della storia”. La questione calda del traffico pesante a Vairano

4 min read
EVENTI IN EVIDENZA

VAIRANO – La questione “traffico pesante” in centro sta raggiungendo delle dimensioni che nessuno si aspettava.

La premiata ditta M&M, Martone e Menicacci, ha deciso di “passare alle cose formali”.

In una lunga lettera (leggi di seguito) si chiede l’intervento addirittura del Ministro delle Infrastrutture Delrio.

Di seguito i passaggi:

Al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

On. Graziano DELRIO

Dipartimento A.N.A.S. – Campania

Al Signor Prefetto di Caserta

Dott. Raffaele RUBERTO

Al Signor Questore di Caserta

Dott. Antonio BORRELLI

Al Presidente della Regione Campania

Dott. Vincenzo DE LUCA

Al Sindaco del Comune di Vairano Patenora

Dott. Bartolomeo CANTELMO

PETIZIONE POPOLARE PER LA RICHIESTA DI CHIUSURA AL TRAFFICO PER I MEZZI PESANTI DELLA VIA NAPOLI , DELLA VIA ABRUZZI E VIA ROMA IN VAIRANO SCALO

La forte urbanizzazione del territorio in oggetto è avvenuta negli ultimi 30/35 anni, su scelta delle Amministrazioni succedutesi in questo lasso di tempo, ma allo sviluppo urbanistico non è seguito l’adeguamento dei servizi primari ed in particolare l’adeguamento della viabilità principale che è rimasta inalterata nel tempo.

La situazione viabilistica presente nella frazione SCALO è ormai al collasso, il notevole numero di mezzi pesanti che percorrono le strade in oggetto e l’inadeguatezza di tali infrastrutture allo scopo, richiedono un urgente ed immediato intervento al fine di ripristinare opportune condizioni di sicurezza e di vivibilità all’interno della frazione.

Premesso che:

la via Napoli, la via Abruzzi e la Via Roma per l’esigua larghezza della carreggiata visto che un lato viene utilizzato come parcheggio, risultano paragonabili ad una strada locale in ambito urbano e quindi inadeguate al transito di mezzi pesanti;

l’organizzazione attuale della viabilità, in ambito sia Comunale che Anas, continua a convogliare all’interno della frazione il traffico pesante diretto soprattutto verso il Molise e l’ Abruzzo; esistono percorsi alternativi che vanno assolutamente utilizzati, tra l’altro già attualmente una parte di autotreni già percorre.

Come ben sapete in caso di incrocio tra due mezzi pesanti, tra l’altro frequente, si vengono a creare lunghe code di auto e autotreni e l’ inquinamento ambientale dovuto alla concentrazione di gas di scarico è tantissimo;

l’elevata velocità con cui vengono percorse tali strade soprattutto dai mezzi pesanti durante la notte è diventata insopportabile.

Il transito dei mezzi pesanti, oltre a rendere invivibile la frazione, contribuisce in modo deciso all’ aumento dell’ inquinamento acustico e ambientale ben oltre i limiti di legge ammessi, comporta pericolo per l’incolumità dei residenti ed impedisce di fatto l’utilizzo di mezzi alternativi alle automobili, ad esempio biciclette, per gli spostamenti in ambito locale.

Inoltre crea forti problemi al nostro CENTRO COMMERCIALE NATURALE fatto da centinaia di negozi, un commercio storico che tende a specializzarsi e a migliorarsi sempre di più. Il traffico pesante crea inoltre problemi al nostro POLO SCOLASTICO fatto da migliaia di ragazzi che proviene da ogni parte della Provincia di Caserta.

La questione che in ogni caso preoccupa molto di più delle altre elencate in precedenza sono i danni agli immobili dovuti alle forti vibrazioni causate dal numeroso transito di AUTOTRENI, addirittura paragonabili a scosse di terremoto.

Vi sono estreme condizioni che richiamano il rispetto immediato delle Norme sulla sicurezza pubblica,stradale,civile, sanitaria e ambientale. Grave è, in tale quadro, la disattenzione decennale degli organi preposti che, diversamente, hanno scelto inutili priorità nel dare vita a costose rotatorie sui tratti meno transitati della Casilina, trascurando impropriamente il centro abitato di Vairano Scalo. Emerge una incomprensibile situazione che può generare anche gravi responsabilità penali,ove dovessero emergere interessi e poteri privati.

I cittadini firmatari della presente petizione, richiedono Al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti,al Dipartimento ANAS preposto, all’Amministrazione Comunale, Al Prefetto, al Questore AL Presidente della Regione Campania l’immediata chiusura al transito per i mezzi pesanti delle via Napoli, Abruzzi e Via Roma e la realizzazione di tutti gli interventi di regolazione, strada variante compresa e limitazione della velocità.

Si precisa che dopo la petizione verrà istituito un Comitato di Cittadini che chiederà un apposito incontro con tutte le Autorità interessate.

Vairano Patenora lì 06/10/2017

Firmato

I Promotori della Petizione Popolare

Giovanni MARTONE

Maurizio MENICACCI

Scarica la versione in PDF: PETIZIONE-POPOLARE-PER-LA-RICHIESTA-DI-CHIUSURA-AL-TRAFFICO-PER-I-MEZZI-PESANTI-DELLA-VIA-NAPOLI-1

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

Open

Close