• Sab. Lug 2nd, 2022

Marzano Appio 1° Comune dell’Alto Casertano “Custode della Fiaccola della Pace”

Marzano Appio “Custode della Fiaccola della Pace” . Menzione speciale  alla Scuola e al Comune per aver accolto la 6a tappa della storica mobilitazione. 1° Comune nell’Alto Casertano per le tappe svolte.

Lunedi 6 Giugno 2022 il cammino della nonviolenza della Fiaccola della Pace per chiedere il Cessate il Fuoco e la Pace in Ucraina e nel mondo, dal settembre 2019, (prima della sospensione per causa covid) è ritornata a Marzano Appio per la 6a volta, il bellissimo borgo dell’alto casertano noto per il Castello medioevale che sorge presso la frazione di Terracorpo e per l’eccidio nazista di   Campagnola avvenuto durante la seconda guerra mondiale. Il Comune retto da Antonio Conca e l’Istituto Comprensivo guidato dalla Preside Monica Sassi hanno ricevuto la nomina di 1° Comune Città la Pace e 1° Scuola per la Pace con Menzione speciale di  “Custodi della Fiaccola della Pace” per aver raggiunto il record delle tappe avvenute negli anni dall’inizio della mobilitazione partita dall’anno 2014. Menzione speciale anche alla delegata della Pace Rossana Carcieri, per essersi fatta promotrice a Marzano della Fiaccola della Pace sin dalla prima edizione. Gli alunni guidati dalle docenti del plesso di Marzano Appio, le cui referenti di plesso sono: Maria Attilia Spaziano (Secondaria 1° grado), Antonietta Lauro (Primaria) e Santina Anna D’Andreta (Infanzia),  hanno declamato pensieri sulla Pace. Il Sindaco Antonio Conca nel prendere parola insieme alla dirigente scolastica Monica Sassi, hanno ricordato l’importanza di questi eventi,  di difendere sempre il valore della Pace perchè la guerra causa solo morte e distruzione, e di educare alla Pace partendo proprio dal focolare domestico  applicandola poi con le azioni quotidiane. Il Sindaco ha espresso Solidarietà al popolo ucraino e dura condanna per la guerra in Ucraina che da febbraio sta decimando la popolazione con un bilancio sempre più catastrofico  in tema di vite umane. La Presidente del Movimento per la Pace Agnese Ginocchio, nel prendere la parola ha ricordato ancora  una volta che la Pace è frutto di Nonviolenza, poi indicando la bandiera portata da un alunno ha spiegato che la Pace si ottiene solo attraverso un lavoro di dialogo, di diplomazia e di negoziato; la Pace è frutto di perdono, di riconciliazione e si fonda sul rispetto e la fratellanza fera i popoli. “Chi pensa di poter portare la Pace con le armi è in errore”, ha ribadito. Sulla stessa linea il Sindaco e la Dirigente scolastica con i quali poi è stato sottoscritto l’Appello “Cessate il Fuoco”, al quale hanno firmato anche i rappresentanti delle associazioni, dei genitori, degli alunni e dei docenti presenti. Quindi è stato siglato nuovamente il Patto di Pace con la Dirigente scolastica e con il Sindaco, attraverso il quale sono stqti riconfermati i titoli di “Città per la Pace” e “Scuola per la Pace” del III Millennio, con l’aggiunta come si annunciava, di una Menzione Speciale per la Pace. Come attestato di impegno, dopo aver piantumato durante la 1a ed.ne della storica mobilitazione, l’Albero della Pace, e a seguire nelle successive edizioni l’albero dedicato alle vittime di strada e ai crimini ambientali, in ricordo della 6a tappa della Fiaccola della Pace è stato messo a dimora un nuovo albero di ulivo collegato all’Albero della Pace, con la dedica “per la Pace in Ucraina e nel mondo e per chiedere il Cessate il Fuoco”. “Non bombe ma alberi, perchè gli alberi ci donano ossigeno consentendoci di vivere, al contrario delle bombe che avvelenano, distruggono e uccidono la vita e la Madre Terra. A voi giovani che avete vissuto la grande esperienza della Fiaccola sin dalla prima edizione, viene affidato questo messaggio quali custodi della Fiaccola e dell’Albero della Pace. Custodite questo messaggio, tenete accesa nel cuore questa fiamma per testimoniarla ogni giorno con le azioni”.  Presenti alla manifestazione il vice Sindaco Carmine Caldarone; l’ assistente sociale Carmen Penta; la Pro Loco, con Marcella Capuano e Rossana Carcieri,  che ha aderito alla manifestazione; il Maresciallo dei carabinieri Mauro Santoro; la Polizia municipale con Angelo Capuano ed Enzo Colucci. Rossana Carcieri ha inoltre portato i saluti della delegata alla cultura Stefania Forlingieri assente per motivi di lavoro.  Presenti inoltre la Protezione Civile ed il servizio civile per il servizio sicurezza. In alto i comuni per la Pace. In alto le Scuole di Pace!

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Comunicato Stampa

I comunicati stampa