Ven. Mag 29th, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Marzano Appio. Sirignano (LeU): “No alla politica degli ultimi contro i penultimi, serve riscatto morale”

4 min read
EVENTI IN EVIDENZA

 

Un’affollata conferenza stampa quella che si è svolta ieri a Marzano Appio presso la sede elettorale di “Liberi e Uguali”,

partito guidato da Piero Grasso. “Per i molti non per i pochi” recita lo slogan della formazione politica che cerca di

essere il nuovo punto di riferimento della sinistra in Italia. Si è parlato infatti di diritti, di lavoro, di immigrazione, del territorio, quello di Terra di Lavoro, e delle sue innumerevoli problematiche. Hanno partecipato il candidato locale al collegio plurinominale per la Camera dei Deputati Mirco Sirignano, il Prof. Giovanni Cerchia, e Antonio Patalano (quest’ultimo candidato nel collegio uninominale alla Camera di Santa Maria Capua Vetere), anch’essi candidati per LeU – Liberi e Uguali, alle Elezioni Politiche del prossimo 4 marzo. Presente anche Lino Martone, sindacalista e storico esponente della sinistra nell’Alto casertano. “Siamo alternativi alla finta sinistra rappresentata dal PD – ha dichiarato il Prof. Cerchia -. I dem hanno tradito la Sinistra ed i suoi valori. Noi di Liberi e Uguali in quei valori invece ci crediamo ancora e per questo motivo sentiamo fortemente la necessità di lavorare sul territorio battendoci per ridargli la dignità perduta. Probabilmente il nostro progetto politico è partito tardi – riflette Cerchia – ma è fondamentale adesso marcare la distinzione netta tra chi lotta perché tutti i cittadini siano ‘liberi e uguali’ e chi invece fa politica autoreferenziale favorendo i particolarismi”. Tra i temi al centro della discussione politica l’avanzata dei populismi e delle forze estremiste. “Si è creato un vuoto all’interno del quale formazioni di estrema destra e populisti stanno trovando terreno fertile dove attecchire – prosegue il Prof. Cerchia. Questa situazione è frutto dell’assenza negli ultimi anni di politiche serie da parte dello Stato in primis sul fronte del lavoro e dei diritti. Si specula sulla paura e sui bisogni dei cittadini, in particolar modo quelli in maggior difficoltà”. Ed è proprio su questo punto che è stato significativo l’intervento del candidato Mirco Sirignano, cittadino di Marzano Appio, che ha sottolineato: “Dobbiamo opporci alla politica che mette contro l’ultimo con il penultimo. E’ necessario convergere con tutte le forze circa le rivendicazioni di maggior tutela del lavoro e dei lavoratori, insistere sui diritti civili. Dobbiamo parlare di una integrazione sana e vera degli immigrati – prosegue Sirignano, non fare inutili guerre ideologiche su questo tema. Tutti parlano della falsa emergenza immigrazione quando la nostra vera emergenza è l’emigrazione dei nostri connazionali soprattutto dei giovani, costretti a scappare per cercare di avere una vita dignitosa. E’ doverosa oltre che necessaria, in tal senso una grande operazione di redistribuzione del reddito a livello nazionale. Dobbiamo riscattare le sorti del nostro territorio che da troppo tempo è stato dimenticato dall’agenda politica nazionale e regionale. Un riscatto che deve partire dai singoli cittadini, dalle coscienze. La questione morale, considerando le ultime vicende (riferimento allo scandalo De Luca fatto emergere da Fanpage ndr), è attualissima. Per il candidato Patalano la priorità va data al comparto dell’agricoltura: “La nostra provincia deve ripartire dai suoi punti di forza e tra questi c’è sicuramente l’agricoltura. Una eccellenza che va salvaguardata, innovata e che può tornare ad essere un volano di sviluppo e ripresa economica”.

   

 

LEGGI ANCHE:

Marzano Appio/Vairano Scalo. Alternanza scuola-lavoro, partiti i tirocini al Comune

Sessa Aurunca. Oliviero vuole candidarsi con Liberi e Uguali, imbufaliti sia i dem che i vertici di LeU. Trattativa in corso

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

Open

Close