Mer. Nov 20th, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Marzano Appio – Strage di Campagnola, il 10 ottobre le celebrazioni dell’anniversario

2 min read
EVENTI IN EVIDENZA

Sette giovani trucidati dai nazisti. Era il 10 ottobre del 1943. Sette vite spezzate dalla crudeltà dell’oppressore, sette vite che ci ricordano il valore della libertà. Con questo spirito l’amministrazione comunale di Marzano Appio anche quest’anno ha deciso di rendere omaggio a suoi caduti attraverso una cerimonia ufficiale ed un convegno che si svolgeranno lunedì 10 ottobre presso la frazione di Campagnola. Il “giorno della memoria” (ricorre infatti il 73° anniversario della strage), istituito ufficilamente dall’Ente Comune, sarà caratterizzato in mattinata dal raduno delle autorità civili presso la Chiesa dei SS. Pietro e Paolo dell’amena frazione di campagnola alla presenza della Fanfara dei carabinieri di Napoli, dei rappresentanti del CAV di Capua e dei gonfaloni dei comuni casertani insigniti della medaglia d’oro al Valor Militare e al Merito Civile. Alle ore 10:00 presso la citata Chiesa si terrà una Santa Messa officiata dal Vescovo della Diocesi di Teano-Calvi Mons. Artuto Aiello. Alla celebrazione seguirà un corteo che giungerà presso il monumento commemorativo delle vittime civili e dei caduti dove sarà deposta una corona d’alloro con il saluto della fanfara dei Carabinieri del 10° Battaglione Campania.

Il Castello di Marzano Appio

Molto atteso il convegno storico che si svolgerà invece nel pomeriggio. Alle ore 17:00 presso la sala Consiliare del Municipio interverranno il primo cittadino di Marzano Appio Eugenio Ferrucci, la delegata alla Cultura e Pubblica Istruzione Rossana Carcieri, i quali faranno gli onori di casa ed introdurranno gli interventi del Prof. Giovanni Battista De Cesare, professore emerito dell’Università degli Studi L’Orientale di Napoli, di Giuseppe Angelone, storico della Seconda Università di Napoli e di Giovanni Cerchia, docente e storico dell’Università del Molise. Coordinerà il dibattito la storica del’arte Carla Ferrucci. “Le autorità civili religiose e militari si riuniscono per ricordare i sacrifici che il popolo italiano soffrì e per riconquistare la perduta libertà – dichiara ladelegata alla Pubblica Istruzione Rossana Carcieri. Con la stessa delibera si sono avviate ufficialmente le pratiche per i riconoscimenti dei meriti civili al comune. Coloro che ora non ci sono più, vanno onorati, va reso omaggio al loro sacrificio con l’augurio e la speranza – conclude – che le giovani generazioni non debbano più piangere i caduti in guerra e che l’umanità ritrovi sempre la capacità e la forza vittoriosa della pace e dell’amore”.

rotazione_flash

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

Close