• Ven. Ott 22nd, 2021

Medaglie della Reggia di Caserta: un ricordo del “cuore”

Medaglie ricordo della Reggia di Caserta

I visitatori da questa settimana possono portare a casa la riproduzione della medaglia commemorativa che Carlo di Borbone fece coniare per la posa della prima pietra del Complesso vanvitelliano.

Al fine di arricchire l’esperienza di visita e di fruizione del patrimonio culturale, è stata attivata una macchina erogatrice di medaglie ricordo. L’iniziativa è stata studiata nel dettaglio al fine di farne per i visitatori anche un’occasione di conoscenza della storia di questi luoghi.

La medaglia è stata realizzata sul modello in cera oggi conservato al Museo di San Martino a Napoli, unica testimonianza rimasta dei conii originali interrati sotto il Palazzo Reale durante la cerimonia della posa della prima pietra avvenuta il 20 gennaio 1752. La moneta fu commissionata, proprio per l’occasione, da Carlo di Borbone all’architetto Luigi Vanvitelli. Nel corso della celebrazione, ricordata dall’affresco di Gennaro Maldarelli nella Sala del Trono, infatti, il re e la regina Maria Amalia gettarono nelle fondamenta del Complesso vanvitelliano molti medaglioni d’oro, d’argento e di metallo.

Sul recto il monile presenta i sovrani ritratti a mezzo busto. Sul verso è raffigurato un prospetto del Palazzo e del Parco Reale.  Ogni singola medaglia è confezionata in una capsula rigida trasparente che ne preserva la conservazione.

Anche il luogo scelto per l’installazione della macchina erogatrice non è casuale. Essa è stata, infatti, posizionata alla fine del percorso museale degli Appartamenti Reali, alle spalle della Maestà Regia, in corrispondenza lineare con il Vestibolo inferiore, punto in cui nel 1750 i sovrani, presumibilmente, posero le medaglie. Nel “cuore” del Complesso vanvitelliano.

Il servizio di erogazione medaglie ricordo e commemorative della Reggia di Caserta è affidato alla società Phom Comunicazione.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Comunicato Stampa

I comunicati stampa