Sab. Ago 24th, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Michele Pisano nuovo commissario ad Orta di Atella dell’associazione sociale Aniep

5 min read

“Vorremmo più considerazione, siamo genitori, genitori alla massima potenza, quasi marziani, non involucri vuoti senza cervello”

ORTA DI ATELLA. Nel quotidiano imbattermi su pagine e profili sui social network dedicati alla disabilità, mi capita sempre più spesso di accorgermi di come un nuovo soggetto si stia muovendo in maniera sempre più forte, coordinata e organizzata. Si tratta dei familiari – in particolare dei genitori – di persone con disabilità.  Inizia così la lunga intervista con il nuovo Commissario Aniep di Orta di Atella Michele Pisano che annuncia  ai nostri canali di comunicazione  la  nascita della sezione ANIEP, nella città atellana. Aniep ricorda Pisano rappresenta da sempre un’associazione Nazionale per la promozione e la difesa dei diritti delle persone disabili. Il mio impegno nasce dal popolo afferma Michele, oggi tutti noi  ci accorgiamo che una vasta  piccola grande miniera di informazioni, di conoscenze “dal basso” che, se legittimate della giusta attenzione, se messe a frutto, se chiamate in causa nei dovuti spazi istituzionali, apporterebbe  un contributo di conoscenze ed esperienze che spesso oggi manca proprio nei  tavoli istituzionali. Aniep da sempre  continua a fare  ricerche sui problemi delle diversità e sui pregiudizi sociali, diffondendo notizie, dati e documentazioni riguardanti nuove normative o leggi e fornendo consulenze mediche, giuridiche e sociali. Il primo obiettivo che la sezione di Orta  si pone, è quello di farsi conoscere, facendo sapere anzitutto ad un più elevato numero di persone, l’esistenza di una possibilità concreta di evitare decine di step burocratici in pratiche assicurative, legali o mediche. Questo obiettivo è parte  fondamentale della politica di “espansione” che ANIEP svolge giornalmente in Italia: sono infatti 10 le regioni italiane in cui oggi è presente l’associazione, con 16 sezioni totali ed un numero costante di persone pronte ad aprire una nuova sede. Che le famiglie siano quella spina dorsale che è l’assistenza e il supporto alle persone con disabilità in Italia è un dato riscontrabile non solo nella nostra esperienza quotidiana (penso ad esempio alla nostra associazione “Bambini simpatici e speciali”), ma è anche come sempre  certificato dai numeri.  L’esperienza di un genitore a contatto con la disabilità afferma Pisano,  lo trasforma spesso in un esperto di leggi, in un quasi infermiere, in un quasi costruttore di ausili.  Mi capita spesso di imbattermi in genitori che ne sanno molto più di me sui loro diritti, sulle procedure da seguire per questa o quella pratica, e capisco che le loro conoscenze sono il frutto di prove ed errori e dolore, molto, e confronti – ma molto spesso di scontri  – con amministratori ed istituzioni, con questo o quell’assessore, con questo o quel preside, con questo o quel terapista. Ora, non credo affatto che questo significhi che il genitore voglia sostituirsi al terapista, al preside, all’amministratore, ma che questa presa di coscienza ed azione sempre maggiore siano la normale conseguenza di esperienze che spesso portano il genitore a doversi documentare per interpretare leggi e battere i pugni per vedersi riconosciuti non solo diritti, ma a volte, addirittura, il semplice ascolto. Parlando di genitori, per noi è impossibile non citare l’esempio della nostra associazione ribadisce Giuseppe Vitale  il  “nostro gruppo”  Bambini simpatici e speciali,  rappresenta l’emblema assoluto della vita, ci sono ragazzi autistici e disabili,   molti  conoscono  le  difficoltà che questo comporta, anche solo sul fronte dei diritti, della burocrazia, delle leggi talvolta assurde, talvolta mal applicate. Nel tempo il nostro gruppo afferma anora Vitale  uno dei membri dell’associazione del presidente Pisano   è diventato  un punto di riferimento per genitori di persone con disabilità, ed è sul suo profilo Facebook che  presto  troveremo  una sorta di “vademecum“: uno sfogo per punti, una serie di precisazioni rivolte idealmente agli amministratori, e più quotidianamente  in generale, alla politica purtroppo spesso lontana dai genitori di questi bambini, di questi ragazzi e infine di questi adulti che non possono essere invisibili. Il vero punto di svolta del futuro ed è su questo che ANIEP lotta continuamente e si batte senza sosta, al fine di ottenere almeno minimamente qualche risultato. Abbiamo deciso di aderire  con il presidente Pisano a questo progetto perché noi tutti crediamo nella divina esistenza, conclude Giuseppe Vitale. Va sottolineato come negli altri paesi europei  afferma il presidente Pisano la vita di una persona in sedia a rotelle, nonostante le difficoltà di base, è comunque facilitata e garantita: i mezzi di trasporto ad esempio quali treni, autobus o metropolitane sono assolutamente all’avanguardia, i centri abitati sono dotati di marciapiedi larghi e con rampe con pochissima percentuale di pendenza, le corsie del supermercato sono larghe abbastanza per permettere il passaggio di due carrozzine contemporaneamente, ci sono bagni per disabili pubblici molto grandi, così come dovrebbero realmente essere. I genitori con figli disabili  ed autistici  non  sono da compatire, ma da ascoltare: imparereste tanto. Ma voi che siete ai vertici del potere politico e delle istituzione e spesso non per meriti (…), perché trattate sempre i genitori con figli disabili come degli imbecilli,  non siete in grado di valutare e conoscere molto più di voi la patologia dei propri figli?

– Non siamo sempre e solo genitori devastati dal dolore, afferma il presidente Pisano  ma spesso è proprio questo dolore che ci da l’opportunità per essere più attenti, informati e perfettamente in grado di combattere la burocrazia a cui tenete tanto;

– siamo genitori addolorati è vero, ma questo non ci impedisce di ragionare attentamente con logica, e attenzione massima;

– siamo genitori addolorati è vero, ma spesso molto più preparati, informati e con voglia di conoscere, conosciamo le leggi meglio di molti di voi;

– conosciamo le patologie nei minimi particolari, e alcuni salvano anche la vita ai propri figli intervenendo spesso ostacolando le vostre continue decisioni.

Vorremmo più considerazione, per concludere afferma Pisano  siamo genitori, genitori alla massima potenza, quasi marziani, non involucri vuoti senza un minimo di  cervello.

Ad Orta di Atella nasce la nuova associazione dei ragazzi disabili ed autistici, Michele Pisano: Inizia un nuovo percorso di vita per i nostri ragazzi

L’Aniep annuncia l’apertura di una nuova sede ad Orta di Atella. Presto sarà ufficializzato il sodalizio con l’Associazione “Bambini simpatici e speciali”

Potrebbe interessarti

Open