Mer. Mag 27th, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Mondragone. Eccidio delle Corsole, il ricordo del tragico evento bellico coinvolge la comunità

2 min read
EVENTI IN EVIDENZA

 

“L’eccidio delle Corsole ha contribuito a far ottenere il più ambito riconoscimento civile della Repubblica Italiana alla Comunità Mondragonese”. Così si è espresso l’ex primo cittadino di Mondragone Giovanni Schiappa in una nota nella quale ha ricordato il tragico evento che sconvolse la comunità mondragonese durante il secondo conflitto mondiale. “La ritirata dei nazisti, con inumana ferocia, insanguinava Terra di Lavoro ed il 21 ottobre del 1943, in localita’ Corsole a Mondragone, una pattuglia di tedeschi obbligò sei contadini ed un soldato a scavare una grande fossa per poi, subito dopo, fucilarli – prosegue Schiappa. Coloro che non morirono furono uccisi a colpi di baionetta. Con il conferimento della Medaglia d’Oro al Merito Civile alla Citta’ di Mondragone, il 25 aprile del 2006 nel Palazzo del Quirinale a Roma, l’allora Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi rendeva onore anzitutto alle vittime degli eccidi nazisti compiuti nei mesi di settembre ed ottobre del 1943. L’anno appena trascorso la Comunità Mondragonese ha voluto che si ricordasse per sempre quel sacrificio con la realizzazione di una stele marmorea con sopra i nominativi. E’ posta proprio nelle immediate vicinanze dei tragici fatti, ovvero all’interno dell’area del Palazzetto dello Sport di via Adelchi Fantini. Stringiamo forte – conclude l’ex primo cittadino – ancora una volta i familiari tuttora presenti nella nostra Comunità, rendendo giustizia alla dignità ed al coraggio di quei nostri uomini”.
LEGGI ANCHE:

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

Open

Close