Mer. Mag 27th, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Mondragone. Municipio, AMBC: “L’ultimo strafalcione della Giunta Pacifico”

3 min read
EVENTI IN EVIDENZA

MONDRAGONE. “Queste prime riunioni di Giunta Comunale dell’<Era Pacifico> si stanno noiosamente consumando tra proroghe routinarie, ennesimi stanziamenti per gli eterni scavi archeologici, in totale continuità col passato prossimo e remoto e senza il coinvolgimento di alcuno (sindaco Pacifico, ma non potevi almeno aspettare la presentazione in Consiglio delle Linee Programmatiche?), l’approvazione di un progetto quinquennale per la refezione scolastica, già passato in Consiglio in <Zona Cesarini> nell’<Era Schiappa> (sindaco Pacifico, ma non potevi almeno aspettare la presentazione in Consiglio delle Linee Programmatiche?) e strafalcioni vari.

L’ultimo riguarda la delibera n. 136 del 6 giugno scorso, con la quale si prende atto della proroga del distacco presso il Comune di Mondragone di un dipendente del comune di Casaluce fino al 31 agosto del prossimo anno e si dà atto che il comune di Mondragone rimborserà al comune di Casaluce ogni onere relativo al trattamento economico relativo al dipendente. Ma, se si tratta di distacco (così si scrive nel deliberato mondragonese e sembra che anche così determini il comune di Casaluce. EVVIVA!), per il comune di Mondragone non vi sono oneri. A pagare dovrà essere il comune di Casaluce, in quanto il distacco viene attivato dal datore di lavoro (Casaluce) per soddisfare un proprio interesse. Nel caso della delibera del comune di Mondragone, con ogni probabilità, si sta facendo confusione tra l’istituto del <distacco> e quello del <comando>. Quest’ultimo si attiva, infatti, per un interesse proprio dell’Ente ricevente (Mondragone), il quale-quindi- si accolla gli oneri. L’AMBC sta cercando in tutti i modi di dare una mano alla maggioranzaconsigliare del<defunto>Patto Civico ed al sindaco Pacificoche ha contribuito ad eleggere: segnalando errori, mettendo in guardia, avanzando proposte e mettendosi a disposizione. Utilizzando cioè tutti gli strumenti possibili, non potendo fare altro perché mai coinvolti in alcuna decisione. Ma tutto sembra inutile! Lo sconforto è aggravato dal fatto che il nostro territorio vanta una straordinaria tradizione di alta burocrazia comunale. Pensiamo, per fare un esempio, ai tanti Segretari comunali che si sono fatti apprezzare in giro per l’Italia ed a quelli che ancora in attività operano con competenza, professionalità e dedizione. Facendoci onore. Inanellare in poche settimane una serie così impressionante di strafalcioni amministrativi è uno schiaffo a questa serietà professionale ed a questa tradizione. C’è da chiedersi: chi vuole tutto ciò? E perché?”

 

 

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

Open

Close