• Mer. Ott 27th, 2021

Montesarchio. Minaccia un imprenditore e tenta di rubare un’auto: arrestato

Si tratta di un 26enne con precedenti penali

L’uomo ha anche cercato di speronare la vettura dei Carabinieri

MONTESARCHIO (BN). Questa mattina i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Montesarchio hanno arrestato M. R., 26 anni, già noto ai militari per i suoi trascorsi penali.

Alle ore 03.20 circa, odierne, sul numero unico d’emergenza perveniva una richiesta di intervento da parte di un imprenditore che segnalava la presenza di una persona, la quale, giunta con la propria utilitaria nei pressi del cancello di ingresso dello stabile, dove ha sede anche l’azienda del denunciante, stava tentando di forzare la porta di accesso con un tubo in ferro, nonostante avesse rilevato la presenza di quest’ultimo.

Sul posto è stata inviata immediatamente l’autoradio di turno che, lungo la stessa strada, incrociava il veicolo con a bordo il malintenzionato che, nonostante i dispositivi di allarme luminosi e sonori in funzione cercava di speronare danneggiando autopattuglia  con la propria utilitaria per potersi costruire la fuga. Tuttavia, in tale manovra lo stesso conducente ha perso il controllo della sua Smart, bloccata al margine della carreggiata e ha tentato invano la fuga a piedi, bloccato dagli stessi militari.

Condotto nella caserma di Montesarchio per i successivi accertamenti, dagli elementi raccolti dal denunciante è emerso che il malintenzionato, armato del tubo in ferro avrebbe minacciato la vittima, facendosi aprire la porta di ingresso e quindi lo avrebbe costretto a consegnare le chiavi della Ford Ranger del denunciante, li parcheggiata. Nel mentre stava per andar via, intuendo evidentemente l’arrivo dei Carabinieri ha ripreso la sua Smart cercando di darsi alla fuga, impattando con l’auto militare. 

L’uomo è stato tratto in arresto con l’accusa di rapina, resistenza a Pubblico Ufficiale, danneggiamento e rifiuto di sottoporsi agli accertamenti etilici e tossicologici ed è stato sottoposto agli arresi domiciliari presso la propria abitazione, mentre la sua Smart è stata posta sotto sequestro atteso che era priva della prevista copertura assicurativa.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru