CalcioNewsSport

Moviola Juventus-Bologna, de Ligt tocca di braccio: ecco perché non è rigore

L’episodio capita in pieno recupero

L’episodio da moviola in Juventus-Bologna che sta facendo molto discutere capita in pieno recupero con i bianconeri in vantaggio per 2-1. L’arbitro è Massimiliano Irrati. L’ex difensore dell’Ajax Matthijs de Ligt tocca il pallone con il braccio: la squadra di Mihajlovic chiede il calcio di rigore, ma il direttore di gara fa continuare il gioco regolarmente.

Perché l’arbitro non ha dato il rigore

Irrati, coadiuvato dagli assistenti al Var, ha ritenuto involontario e soprattutto congruo con il movimento del corpo quello del braccio del calciatore che ha impattato il pallone in area di rigore dopo averlo svirgolato col piede. L’episodio si verifica tra il 91° e il 92°: il Bologna arriva sul fondo, c’è un cross effettuato dalla destra da Skov Olsen sul quale il centrale difensivo della Juventus, Matthijs de Ligt, prova a intervenire per allontanare il pallone. La sfera gli rimbalza davanti e prende velocità, l’olandese è fuori tempo e non può arrestare il movimento: capita così che venga deviata prima da un piede e poi caramboli sul gomito. Insomma, il direttore di gara e il Var hanno ritenuto involontario il tocco di braccio di de Ligt.

Il regolamento

In base alle nuove norme, quelle relative al tocco di mano/braccio in scivolata, il caso di de Ligt sembra corrispondere all’ipotesi numero tre rispetto a quelle contemplate dalle prescrizioni:

  1. se tocca la palla con il braccio in appoggio, e questo è attaccato al corpo, non è fallo;
  2. se il braccio in appoggio è però lontano dal corpo è fallo;
  3. se tocca con l’altro braccio, e questo è lontano dal corpo, è fallo.

Nell’episodio specifico a salvare l’olandese è stato l’aver svirgolato la palla col piede sinistro, che nella valutazione complessiva ha fatto sì che quell’intervento goffo non fosse considerato infrazione (“a meno che il calciatore non giochi intenzionalmente il pallone che poi tocca le mani-braccia”, come indicato dal regolamento).

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Andrea De Luca
La rassegna

    Comments are closed.