• Mer. Ott 20th, 2021

Oggi, 11 gennaio, sono 20 anni esatti dalla morte di Fabrizio De Andrè.

Il cantautore genovese si spense all’Istituto Tumori di Milano a causa dell’aggravarsi delle sue condizioni di salute in seguito alla terribile diagnosi di carcinoma polmonare avvenuta un paio d’anni prima.

Faber – questo il soprannome che gli aveva attribuito l’amico di una vita Paolo Villaggio e che lo accompagnava sin da piccolo – morì a 58 anni. Solo nell’ultimissimo periodo della sua esistenza terrena era stato costretto al ricovero ospedaliero. La malattia che inevitabilmente lo segnava nel fisico non aveva minimamente scalfito la sua mente ne la sua grande forza d’animo. Tanti, infatti, erano i progetti a cui stava lavorando. Numerosi erano i brani “nel cassetto”, alcuni dei quali pubblicati post mortem.

Molte canzoni di De Andrè saranno riproposte nelle numerose iniziative che si svolgeranno in questo periodo in Italia per ricordare quello che ancora oggi viene ricordato come il cantore degli emarginati, degli ultimi, degli sfortunati, delle vittime d’ingiustizia, oltre che, ovviamente, dell’amore.

A Milano abbondano gli omaggi a Fabrizio De Andrè. Questa sera in Piazza Duomo si rinnova l’appuntamento con la “Cantata Anarchica per Fabrizio De Andrè” un singolare concerto a cui tutti possono partecipare portando strumenti, coperte calde e vin brulé. In contemporanea, in Piazza San Fedele, si svolgerà l’evento denominato “Mazurka Clandestina: una ballata per De Andrè”. Anche i locali ospiteranno eventi dedicati a Fabrizio. Allo storico Alcatraz si è partiti ieri sera col concerto della tribute band “Le nuvole” in “De Andrè 2.0”. Oggi, invece, da segnalare il concerto-spettacolo alla Fondazione Feltrinelli dal titolo “Viva De Andrè”.

A Torino è partito un ciclo di tre giorni di eventi dedicati al De André dal titolo “Smisurata Preghiera”. Il cantautore qui sarà ricordato tra musica, spettacoli e incontri. Sabato la chiusura con la proiezione di oltre 300 fotografie, tra inedite e quelle più amate dai fan. Ogni scatto sarà accompagnato da un racconto, da un ricordo, da un aneddoto raccontato dallo stesso De André estratto da sue interviste. Anche nel capoluogo piemontese si svolgerà – allo stesso modo di Milano –  la “Cantata Anarchica”. Al bellissimo Off Topic, infine, stasera andrà in scena il concerto omaggio a Fabrizio De Andrè del Consorzio Anime Salve dal titolo “Non ci lasceremo mai”.

Nella sua Genova, la Regione Liguria e Palazzo Ducale, organizzeranno oggi un grande evento, in collaborazione con il Comune, la Fondazione Fabrizio De Andre’ Onlus, la Camera di Commercio e Rai Teche. L’obiettivo è quello di “proporre un viaggio nella storia e nella musica di Fabrizio De Andrè e nella memoria di tutti coloro che lo hanno amato”. All’evento parteciperanno la moglie di Fabrizio, Dori Ghezzi e il figlio Cristiano oltre a personaggi dello spettacolo  del calibro di Gino Paoli, Neri Marcorè, Fabio Fazio, Antonio Ricci, Morgan, Mauro Pagani e Luca Bizzarri. Il giornalista Rai Vincenzo Mollica curerà la proiezioni del materiale video.

Nella nostra Regione da segnalare l’evento musicale dal titolo “Vita, amore, anarchia”, in programma domani sera presso Pompei Lab e il concerto evento nell’ambito della terza edizione de “I racconti del contemporaneo” che si terrà, sempre domani sera, al Teatro Augusteo di Salerno. Qui ci sarà un’importantissima raccolta fondi a favore dei bambini colpiti dal cancro.

Leggi anche:

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru