Mer. Ott 23rd, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Napoli. Bomba esplosa alla pizzeria Sorbillo

2 min read
EVENTI IN EVIDENZA

NAPOLI. Forte boato e tanta rabbia.

“Bisogna mobilitarsi”.

In via dei Tribunali a Napoli, pochi minuti dopo le due di stanotte, è esplosa una bomba all’ingresso della nota pizzeria Sorbillo.

Ha diffuso l’accaduto attraverso il suo profilo Facebook lo stesso noto pizzaiolo napoletano Gino Sorbillo con questa dichiarazione: “Una bomba contro la mia pizzeria adesso! Cinque anni fa mi hanno incendiato la pizzeria e adesso arriva anche una bomba. Sono stato nell’Arma dei Carabinieri e ho scelto di fare il pizzaiolo nella mia Napoli che amo e amerò per sempre”.

Ebbene, un chiaro segnale che sia lui che la sua attività sono stati attaccati nuovamente e questa realtà non colpisce solo Napoli ma l’Italia tutta che non si arrende al potere che la criminalità ancora cerca di avere sul territorio, la stessa Italia che applaude da sempre la professionalità e l’umanità indiscussa del ‘Maestro Sorbillo’.

La delegata all’Autonomia della città di Napoli Flavia Sorrentino ha conseguentemente sentito la necessità di lanciare un messaggio importante: “Bisogna mobilitarsi. Serve ogni misura di contrasto possibile. Servono i simboli, servono le azioni. Se i primi spettano alle condotte dei cittadini, perché solo una società con alta coscienza civica non ha bisogno di eroi da immolare; le seconde spettano alle autorità competenti, perché solo chi ha gli strumenti e i mezzi adeguati può far prevalere i metodi dello Stato di diritto contro quelli terroristi della violenza criminale. Forza Gino siamo con te e siamo in tanti”, conclude in un post su Facebook.

La città si è svegliata con una notizia che lascia l’amaro in bocca e conferma l’urgenza di una presenza vera, tangibile dello Stato soprattutto sul territorio colpito. È dello stesso avviso la stessa Sorrentino che invita alla riflessione: “Tra poche ore la città si sveglierà con una notizia che rimbalzerà su tutti i giornali e noi ancora una volta dovremo interrogarci”. Questo il suo pensiero non appena avvenuto l’attentato.

Fortunatamente nell’esplosione non si registrano feriti.

Foto di Massimo Romano/NapoliToday

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open