• Mer. Ott 27th, 2021

Napoli. Città della Scienza: la XXXI edizione di Futuro Remoto

DiThomas Scalera

Mag 28, 2017

Presso la suggestiva piazza del Plebiscito di Napoli, dal 25 magio, è in corso la XXXI edizione di Futuro Remoto che terminerà domenica 28 maggio. Tale manifestazione, nata a partire del 1987, si prefigura da sempre l’obiettivo di diffondere la cultura scientifica e tecnologica: essa è organizzata e promossa dalla Fondazione Idis – Città della Scienza, dalle sette Università della Regione Campania, dal M.I.U.R. – Ufficio Scolastico Regionale per la Campania Direzione Generale, in partenariato con le principali istituzioni regionali e cittadine, i centri di ricerca nazionali con le loro diramazioni territoriali, i musei, le fondazioni culturali, il mondo delle imprese, del lavoro e quello delle scuole.
Quest’anno l’edizione è dedicata a “creare connessioni”, al “mettere in comune”, secondo quella visione dello sharing che si vuole proporre come prospettiva per uno sviluppo sostenibile e condiviso. Sono dodici i temi scelti per le isole tematiche allestite nella piazza: aerospazio, scienze della vita, energia, chimica verde, patrimonio culturale, agrifood, design creatività e made in italy, fabbrica intelligente, mezzi e sistemi per la mobilità, smart communities, ambienti di vita, un mare di risorse. Inoltre, ogni isola offre la possibilità per i visitatori di toccare con mano i fenomeni scientifici e di scoprire la frontiera di tale ricerca attraverso laboratori scientifici, di arte e mestieri, conferenze, lezioni in piazza, competizioni, show e spettacoli.
Sono stati già oltre 40.000 i visitatori nella giornata di ieri, tante le personalità di spicco intervenute, come il presidente della Regione Campania,  Vincenzo De Luca, e il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, alla presenza dei quali si è svolta l’inaugurazione, e ancora Giuseppe Remuzzi, nefrologo, intervenuto nella conferenza legata al clima. Invece, oggi, ad esempio, è intervenuto anche il cantante Sal da Vinci che è salito sul palco per premiare i giovani cronisti: la manifestazione si pone anche come un progetto sociale che coinvolge diversi istituti scolastici all’interno del quale i ragazzi, protagonisti assoluti, si trasformano in giornalisti, vignettisti, fotografi, videomaker e scienziati.
Insomma, un’occasione imperdibile per tutti quelli che vogliono apprendere e che vogliono farsi sorprendere dal progresso scientifico e tecnologico dei nostri tempi
 

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru