• Mar. Ott 26th, 2021

Napoli. Inaugurato il centro interdipartimentale di chirurgia robotica del Policlinico Federico II

DiThomas Scalera

Apr 11, 2016

robot-1728x800_c
NAPOLI. Questa mattina al Policlinico Federico II di Napoli – alla presenza del Ministro della Salute Beatrice Lorenzin – abbiamo inaugurato il centro interdipartimentale di chirurgia robotica dedicato a interventi di chirurgia mininvasiva denominato ‘Da Vinci XI’, strumento già utilizzato dal team dell’urologia federiciana per interventi di chirurgia Robotica mininvasiva e dal team della ginecologia per la chirurgia mininvasiva dell’utero.
La presenza del Ministro Lorenzin rappresenta un gesto di grande attenzione verso la nostra realtà, per la sanità campana e anche di incoraggiamento per procedere in maniera spedita sulla strada di un rinnovamento radicale. Abbiamo obiettivi ambiziosi. Sono assolutamente convinto che la sanità campana possa essere la prima in Italia. Il livello di professionalità, di qualità scientifica, di ricerca che abbiamo a Napoli e in Campania non ha paragoni con nessuna altra realtà d’Italia. Ci manca l’organizzazione e la capacità di fare sistema. E su questo dobbiamo bruciare le tappe.
Dovremo quindi recuperare ritardi storici e avere anche il coraggio di fare delle scelte. Chiedo anzitutto al Governo nazionale che ci siano dati obiettivi e scadenze da verificare in maniera rigorosissima, ma che – allo stesso tempo – ci sia concesso quel tanto di flessibilità rispetto a norme di carattere generale in modo tale da governare la realtà con la quale ci troviamo a fare i conti per cambiarla in maniera radicale senza determinare drammatizzazioni sociali. Ma per avere attenzione da parte del Governo dovremo dare l’immagine di un altro Sud, che cominci a fare del rigore la propria carta vincente. Se lavoreremo, così saremo i primi in Italia.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru