Sab. Gen 25th, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Napoli. La mostra “Oltre lo sguardo” per avvicinare i non vedenti all’arte

3 min read
EVENTI IN EVIDENZA

Venerdì 29 novembre ci sarà l’inaugurazione della mostra “Oltre lo sguardo” dei due artisti Ambrogio Bosco e Antonio Del Prete, curata da Daniela Wollmann

NAPOLI. Negli spazi Medì, presso piazza dei Martiri, un vero e proprio percorso multisensoriale con 28 splendide opere di cui 8 sono state realizzate a quattro mani in overlap allo scopo di avvicinare i non vedenti a forme d’arte che possono sembrare inaccessibili. Una mostra che rientra in un progetto importante organizzato da una proposta dell’ODCEC di Napoli insieme alla Fondazione dei Dottori Commercialisti ed Esperti contabili di Napoli, con la direzione artistica di Antonio Minervini.

Il progetto Cultura Energia Economica è stato realizzato proprio allo scopo di dare un sostegno concreto all’arte che di fatti è un fattore essenziale anche della cultura d’impresa. Questa mostra, infatti, è senz’altro un altro esempio importante di grande sensibilità da parte delle istituzioni e delle associazioni museali che vogliono trovare un modo per la fruizione dell’arte attraverso la percezione tattile. Infatti, negli ultimi anni ci sono state diverse mostre di opere d’arte esposte con un trattamento particolare delle superfici allo scopo di  far comprendere la loro forma attraverso il tatto. Proprio sulla base di queste mostre Antonio Del Prete, oftalmologo di professione e artista per passione, dà vita ad opere d’arte per non vedenti. Tra le opere più interessanti della mostra vi è sicuramente una scultura in legno, che raffigura Pulcinella, realizzata da Ambrogio Bosco, e quattro teste scultoree in creta di Antonio Del Prete che ha realizzato due Sculture Formali delle quali i non vedenti possono percepire la fisionomia del volto e due Sculture Informali che  hanno le forme e la materia volutamente destrutturate.

Tante lastre incise elaborate insieme dai due artisti, Bosco per lo sfondo pittorico e Del Prete per la lastra incisa che talvolta è inchiostrata e talvolta è lasciata al graffio e al gioco di trasparenze, percepibile soltanto al tatto. Molto interessante anche l’installazione multisensoriale “Le quattro stagioni” composta da quattro opere che rispecchiano le stagioni dell’anno con quattro profumazioni diverse e un brano musicale attinente a cura di Radio LDR.  Inoltre nella sala conferenze del Medì si terrà la Tavola rotonda “I diversamente abili e l’arte” al quale interverranno le autorità, il presidente dell’ODCEC Vincenzo Moretta,  lo scrittore Mauro Giancaspro, l’architetto Daniela Wollmann, il direttore artistico Antonio Minervini, lo psichiatra Vincenzo Barretta, il presidente KOS  Saverio Annunziata, l’oftalmologo Antonio Del Prete, l’artista Ambrogio Bosco, Carla Miro, presidente radio LDR, Ciro Taranto (Unione ciechi Napoli), Giuseppe Speziale, vicepresidente del GVM, Renato Silvestre presidente Rotary club Napoli Castel dell’Ovo e Paolo Carelli (ottica Sacco). Sarà possibile vedere la mostra fino al 10 gennaio 2020.

Info e contatti: Antonio Minervini, [email protected] – tel.3920860931
Ufficio Stampa: Francesca Panico,  [email protected] – tel.348 3452978

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

Close