CronacaNapoliNews

Napoli. Pizza anti racket, per tutti da Gino Sorbillo

NAPOLI. Studenti, turisti, in tanti accolgono vivacemente Gino Sorbillo.

Siamo a Napoli, verso le ore 12:30 del giorno 22 gennaio

e si ha difficoltà ad attraversare la strada in via dei Tribunali per la moltitudine di gente presente. Gino Sorbillo riapre la pizzeria dopo la bomba.

Offre un trancio di pizza a tutti gli studenti universitari. Il pizzaiolo sottolinea che l’idea del trancio di pizza offerto è destinata in modo particolare a loro. D’altronde è una Napoli generosa e accogliente, come sempre.

Sorbillo coglie l’occasione, soprattutto per lanciare un messaggio sociale. Esorta a non avere timore di denunciare e di affidarsi esclusivamente alle forze dell’ordine, in caso di racket. Di affrontare qualsiasi oltraggio, con coraggio e determinazione, senza rassegnarsi alla criminalità. Gino pretende di vivere la sua Napoli. Attraverso la collaborazione di coloro che si trovano in condizioni di estorsione intimidatoria, pretende di poter vivere pienamente la sua adorata città. Intanto, in numerosi gli chiedono una foto.

Leggi anche:

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Comments are closed.

More in:Cronaca

0 %
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: