• Gio. Ott 21st, 2021

Napoli, primo sequestro in Europa di nuove banconote da 10 euro false

DiThomas Scalera

Dic 7, 2015

10euro-falsi-1-300x225

Domenica scorsa gli uomini della guardia di finanza hanno arrestato a Casoria, nel Napoletano, un 39enne milanese. Dopo un breve inseguimento, nel bagagliaio dell’auto dell’uomo i finanzieri hanno scoperto 500mila euro falsi nel taglio da 10. Si tratta del primo sequestro in Europa della nuova banconota da 10 euro.

Mezzo milione di euro falsi in banconote da 10 sequestrato a Casoria, nel Napoletano. Con una particolarità: si tratta del primo sequestro in Europa delle nuove “10 euro”, introdotte dalla Banca centrale europea nel settembre 2014 con nuove caratteristiche di sicurezza. Una misura che, secondo la Bce, dovrebbe aiutare a contrastare il fenomeno del falso, ampiamente diffuso in tutti i Paesi dell’Unione. Ma che evidentemente non ha impedito agli affiliati del cosiddetto “Napoli Group” di dare il via alla produzione falsa in serie.

In totale sequestrati 500mila euro

A condurre l’operazione che si è svolta domenica 6 dicembre sono stati gli uomini della guardia di finanza. I militari erano su un’auto civetta per perlustrare il territorio, quando hanno notato una vettura che procedeva pericolosamente tra le vie del centro in provincia di Napoli. Alla guida c’era A.F., un 39enne milanese: quando gli uomini delle fiamme gialle gli hanno intimato l’alt è nato un breve inseguimento che si è concluso con lo speronamento all’auto dei finanzieri, che sono riusciti a tagliargli la strada per evitare danni alla circolazione ed ai passanti. Dopo aver immobilizzato l’uomo ed effettuato le perquisizioni di rito, nel bagagliaio dell’auto sono state trovate quattro scatole di cartone contenenti oltre 500mila euro nel taglio da 10. Si tratta di banconote di pregevole fattura, che avrebbero potuto ingannare facilmente chiunque ne fosse venuto in possesso.

Il 39 enne è stato arrestato e denunciato alla procura della Repubblica di Napoli Nord, che ha assunto la direzione delle indagini. Il Napoletano si conferma ancora una volta “storico” centro di falsificazione delle banconote, ma di pari passo procede l’attività di controllo da parte delle forze dell’ordine: negli ultimi due anni sono state cinque le stamperie clandestine sequestrate.

Fonte: fanpage.it

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru