• Mar. Gen 18th, 2022

Napoli/Santa Maria Capua Vetere. Fine settimana all’insegna della musica al Teatro cerca Casa

NAPOLI/SANTA MARIA CAPUA VETERE. Fine settimana all’insegna della musica al Teatro cerca Casa

che, venerdì 8 febbraio (ore 20) in zona Vomero a Napoli, presenta lo spettacolo “La nota stonata – Vita breve e coerente di Luigi Tenco”,

soggetto scritto e diretto da Stefano Valanzuolo, in scena Massimo Masiello, alle tastiere Mariano Bellopede, che cura anche gli arrangiamenti delle musiche di Tenco. Domenica 10 febbraio (ore 18), la rassegna itinerante si trasferisce a Santa Maria Capua Vetere, dove va in scena un grande successo delle precedenti edizioni, “All’ombra della sera” con Fausta Vetere, prima Gatta Cenerentola di Roberto De Simone, e Corrado Sfogli alla chitarra. 
A chi prenota sarà svelato l’indirizzo dell’appartamento che ospita lo spattacolo. Info e prenotazioni 3343347090 – 3470963808 – 081 5782460, oppure attraverso il sito www.ilteatrocercacasa.it.

Lo spettacolo di Valanzuolo ripercorre il racconto di una vita breve, quella di Luigi Tenco (1938 – 1967), condotto attraverso le sue canzoni. In ognuna delle scene rappresentate, rispetto alle quali le canzoni assumono forma di didascalia, si riflette con coerenza militante un aspetto della personalità del cantautore, affermata fino all’esito estremo: La nota stonata rimanda, tra musica e parole, alla vicenda di un artista spesso sorprendentemente in anticipo sui tempi e regolarmente fuori dal coro, orgogliosamente refrattario alle mode, inattuale per scelta. Il racconto, derivato per riduzione cameristica da uno spettacolo su Tenco messo in scena pochi mesi fa, si basa su frammenti di interviste e su dichiarazioni dello stesso cantautore, raccolte nel turbinoso contesto degli anni Sessanta. Massimo Masiello darà voce e volto a Luigi Tenco, mentre Mariano Bellopede ne celebrerà l’eleganza musicale attraverso la rilettura al pianoforte di alcuni suoi brani, non soltanto i più celebri. I brevi interventi di una terza voce narrante avranno lo scopo di tenere la storia in equilibrio tra la dimensione oggettiva di cronaca e quella, tutta personale, del dramma artistico e morale.

La rassegna diretta da Santanelli porta in casa anche la Nuova Compagnia di Canto Popolare, rappresentata da Fausta Vetere, storica voce del gruppo, accompagnata alla chitarra dal maestro Corrado Sfogli. «All’ombra della sera — spiegano Vetere e Sfogli — ripercorre la memoria musicale partenopea, che riemerge più vivida proprio nel momento in cui la luce del giorno declina: “Napoli ha una storia musicale, eccezionale per qualità e bellezza, e noi la raccontiamo attraverso le villanelle, le tammurriate, le tarantelle e i brani tratti dal repertorio più interessante della canzone classica napoletana. Così le parole di Gian Leonardo dell’Arpa, insieme a quelle di Viviani, di Di Giacomo, di Bovio e dei tantissimi anonimi riprendono corpo e raccontano il loro tempo».

Foto di scena
Cesare Abbate

Organizzazione
Livia Coletta e Ileana Bonadies
[email protected]

3343347090 – 3470963808 – 081 578 24 6

Ufficio stampa
Milena Cozzolino
Mob. +393337537900
[email protected] 

Leggi anche:

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru