• Gio. Ott 21st, 2021

Napoli. Smartphone, pc, tablet e accessori di dubbia provenienza: 4 denunciati. Ecco i dettagli

DiThomas Scalera

Mar 31, 2017

NAPOLI. La Polizia di Stato mercoledì sera è intervenuta in Via Gabella della Farina, in un locale adibito ad esercizio commerciale, denunciando 4 persone perché responsabili, in concorso tra loro, del reato di ricettazione. L’intervento degli agenti della sezione “Volanti” del Commissariato di Polizia “Vicaria-Mercato” e degli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale ha portato alla luce un vero e proprio centro di riparazione e vendita di apparecchiature elettroniche di dubbia provenienza, gestito senza alcuna autorizzazione. Un cittadino di nazionalità pakistana, di 29 anni, è stato bloccato in strada, nei pressi del locale dove, poi, è stata fatta irruzione. L’uomo, che indossava uno zainetto a tracolla, era in possesso di 5 smartphone di ultima generazione e parti di telefoni, senza saper fornire spiegazioni. Nel locale, invece, oltre alla presenza di tre persone, due cittadini pakistani, rispettivamente di 18 e 34 anni, ed un cittadino algerino di 32 anni, i poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato una grande quantità di apparecchi elettronici: 88 smartphone, 48 pc, 20 tablet, oltre a numerosi accessori quali hard-disk, macchine fotografiche, videocamere, lettori dvd, playstation, chiavette usb, display, scocche e parti di telefoni. Nel corso del controllo, gli agenti hanno accertato che il locale era fornito di energia elettrica, nonostante il contatore fosse disattivato, motivo per il quale il 34enne ed il 18enne, dichiaratesi responsabili dell’attività commerciale, sono stati denunciati anche per il reato di furto di energia elettrica.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru