• Dom. Ott 17th, 2021

Napoli. Trasportava oltre 2 quintali di sigarette di contrabbando: arrestato 64enne

NAPOLI. Questa mattina una pattuglia del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria della Guardia di Finanza di Caserta ha fermato al casello di Napoli Nord della A1 un’autovettura che trasportava oltre 2 quintali di sigarette di contrabbando, pari a 1.000 stecche, sequestrando l’intero carico ed arrestando l’autista, un napoletano sessantaquattrenne, che verrà giudicato per direttissima.

In prosecuzione al piano straordinario di repressione della minuta vendita nei centri dell’agro aversano, appena portato a termine dai Reparti del Gruppo di Aversa, al fine di intercettare i rifornimenti per i magazzini di prossimità, le pattuglie del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Caserta hanno controllato da questa notte le principali arterie stradali di accesso al territorio provinciale.

Nell’ambito di questa attività sono stati controllati diversi veicoli in arrivo anche dalla rete autostradale, tra cui una Ford C-Max noleggiata a Napoli, che è risultata condotta da un soggetto già noto per numerosi precedenti di contrabbando, sia di sigarette che di prodotti energetici soggetti ad accisa.

Aperto il bagagliaio e tolto il telo di copertura, i militari hanno rinvenuto 10.000 pacchetti di “Compliment”, destinati al mercato illegale della provincia napoletana e dell’agro aversano.

Al termine dell’operazione l’autista del mezzo, residente in Napoli e pluripregiudicato, è stato tratto in arresto, mentre i tabacchi di contrabbando, unitamente al veicolo, sono stati sottoposti a sequestro.

L’attività testimonia il costante impegno esercitato dalla Guardia di Finanza di Caserta a tutela della sicurezza economico-finanziaria dei cittadini ed a contrasto di un fenomeno connotato da forte pericolosità sociale e che alimenta le casse della criminalità organizzata.

Leggi anche:

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru