campaniaNapoliNewsTrasporti

Napoli. Trasporto pubblico, consegnati altri 150 autobus

EVENTI IN EVIDENZA

De Luca: “Rinnoviamo l’intero parco mezzi regionale”

NAPOLI. Consegnati questa mattina, nel piazzale-parcheggio antistante la Stazione Marittima del porto di Napoli, i 150 nuovi autobus acquistati dalla Regione Campania e destinati ai servizi di trasporto pubblico urbani e interurbani. La consegna è avvenuta alla presenza del Presidente Vincenzo De Luca e dei dirigenti delle aziende di trasporto e di produzione degli stessi autobus.

“Investiamo circa 250 milioni di euro per mille autobus nuovi. È uno sforzo gigantesco che farà della Campania la Regione con il parco mezzi più moderno d’Italia” ha detto De Luca che ha ricordato le linee del piano regionale per la riqualificazione del servizio di trasporto pubblico su gomma. 

Gli autobus presentati questa mattina si aggiungono ai 50 già consegnati a giugno e anticipano temporalmente l’arrivo di altri 71 mezzi nella primavera del 2020. Inoltre, 201 pullman sono attualmente in produzione, 533 in gara, per un totale di 942 autobus nuovi, a cui si aggiungono le estensioni della fornitura. L’investimento complessivo è di 233 milioni di euro. 

“Cercheremo di fare un passo in avanti nella qualità del trasporto pubblico locale. Vogliamo collocare la Campania al vertice anche nel settore dei trasporti: entro un anno e mezzo avremo rinnovato l’intero parco mezzi su ferro e su gomma della Campania” ha aggiunto il Presidente della Regione Campania. 

I nuovi bus, consegnati a 35 aziende del tpl comprese la holding regionale Eav e la compagnia di trasporto della Città Metropolitana di Napoli Ctp, sono forniti dalle società Iveco, Industria Italiana Autobus e Socom.

“Ci sono aziende che, senza questo investimento della Regione, avrebbero chiuso i battenti – ha aggiunto il governatore De Luca – Questo è un motivo doppio di soddisfazione: miglioriamo il servizio ai cittadini e, contemporaneamente, diamo lavoro alle nostre fabbriche”.

Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche, tre sono le tipologie di autobus messe a disposizione delle aziende del trasporto pubblico locale:

  • INTERURBANI – Modello: Crossway Line NF 12m, della IVECO Bus SpA, a gasolio, con 53 posti a sedere, 24 posti in piedi, 77 posti passeggeri totali (inclusa la postazione per la sedia a rotelle). Livrea bianca e blu secondo la codifica dei veicoli della Regione Campania. Bagagliaio. Climatizzazione estiva ed invernale. Posto guida munito di cabina di protezione e di pulsante di allarme. 
  • URBANI – Modello: Mobi 7 Daily 7m, forniti dalla SOCOM Nuova srl, a gasolio, con 8 posti a sedere, 32 posti in piedi, 41 posti passeggeri totali (inclusa la postazione per la sedia a rotelle). Livrea bianca e rossa secondo la codifica dei veicoli della Regione Campania. Climatizzazione estiva ed invernale. Posto guida munito di cabina di protezione e di pulsante di allarme.
  • URBANI – Modello: Citymood 10m, a gasolio, con pianale interamente ribassato, con 21 posti a sedere, 63 posti in piedi, 84 posti passeggeri totali (inclusa la postazione per la sedia a rotelle). Livrea bianca e rossa secondo la codifica dei veicoli della Regione Campania. Climatizzazione estiva ed invernale. Posto guida munito di cabina di protezione e di pulsante di allarme. 

I bus sono predisposti per l’istallazione di apparati elettronici per l’ITS (Intelligent Transport System), come ad esempio sistemi di telecamere per la videosorveglianza, sistema di comunicazione vocale conducente-deposito aziendale, altoparlanti interni per la diffusione di informazioni all’utenza + monitor 19”, pannello a LED a messaggio variabile per l’indicazione del percorso, sistema di comunicazione dati con la Centrale Regionale di controllo, sistema di localizzazione GPS, conta passeggeri in corrispondenza delle porte, obliteratrici multifunzione di ultima generazione.

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

More in:campania