• Mer. Feb 8th, 2023

Mercoledì Addamas ed il ritorno del grande Tim Burton

Netflix investe su Mercoledì Addamas. Tra trend,clamore e qualche critica, vediamola insieme

“Non perdere mai la capacità di non farti definire dagli altri”

Mrs. Thornhill

Mercoledì – Tim Burton – Netflix

Netflix – 23 Novembre 2022. Forse saranno state le critiche negli ultimi mesi a spingere la nota piattaforma a puntare più in alto. Ebbene sì, Netflix ha puntato su Tim Burton e la regina dell’Horror, Jenny Ortega che ha vestito i panni della tenebrosa Mercoledì Addamas.

Bentornati con la Rubrica ‘Cose Serie’ e come avrete capito punteremo sulla serie cult del momento: Mercoledì. 

Dalla penna di Tim Burton e dagli occhi magnetici della stupenda Jenny Ortega capace di non batter mai ciglio durante le riprese, è stato riproposto un personaggio amato già dal pubblico dagli esordi.

La prima stagione ha battuto anche ‘Stranger Things 4’ per le visualizzazioni in pochissimo tempo. Sarà che la curiosità ha coinvolto anche i più scettici ed ecco che ci ritroviamo anche noi a ballare in stile thriller sulle note di Goo Goo Muck dei The Cramps. (coregrafato interamente da Jenny Ortega!)

Netflix – Mercoledì – Clip del ballo

E’ arrivato il momento di parlare della serie:

Trama

Siamo a Nervermore Accademy, una scuola che esiste realmente. Gli studenti hanno delle particolari doti non comuni all’essere umano e Morticia e Gomez Addamas, interpretati dalla stupenda Catherine Zeta Jones e Luis Gzmàn, decidono di iscrivere la figlia, Mercoledì perché espulsa dalla scuola che frequentava in precedenza.

Un tempo, anche loro frequentavano quella scuola che al momento, diretta dalla splendida Larissa Weems, (Gwendaline Christie – vista nel Trono di Spade ) un mutaforme.   

Mercoledì, la cui particolarità è quella di avere visioni toccando degli oggetti o persone, si confronterà con Sirene, artisti capaci di dare vita alle loro opere come Xavier, che la noterà subito, Lupi come la sua compagna di stanza Enid Sinclair, la copia dark di Barbie magia delle feste per intenderci.

Non mancano però i cattivi eh, tra cui Rowan che oltre a problemi psichici dovuti al non saper gestire la telecinesi, ci sarà un mostro che miete vittime.

Inoltre, la giovane Mercoledì scoprirà qualcosa del passato dei suoi genitori non proprio piacevole ma su cui indagherà.

Intrighi, morti, società segrete, è questo lo scenario della prima stagione.

Colpo di scena: In questa serie come Guess star troviamo Christina Ricci nel ruolo della Signora Thornhill, una docente di botanica ma… niente spoiler!

Per chi non lo sapesse, la Ricci ha interpreto Mercoledì Addamas nei film cult degli anni Novanta e Tim Burton l’ha voluta nella serie creando un personaggio adatto a lei.

Chi vince a mani basse, e consentitemelo è Mano. Infatti, a dare vita a questo personaggio è Victor Dorabantu, attore di origine rumene che ha interpretato brillantemente la star della serie. Vanitoso, molto protettivo, socievole, Mano è l’amico fidato che proteggerà ed aiuterà Mercoledì impegnata in una caccia alla bestia.

Il lato sentimentale

Eh sì, Anche Burton ha il cuore tenero. Mercoledì, priva di emozioni, forse dovuto ad un lutto nel passato… (spoiler in atto!) si avvicinerà al giovane Xavier, l’artista maledetto e Tyler, il Matt Donovan (The Vampire Diaries) della situazione. Come finirà?

Talenti

Mercoledì è qualcosa di unico: Abile musicista di violoncello, passa al rock a Vivaldi in una maniera ineccepibile, conosce l’arte della spada e delle arti marziali ed ha una conoscenza culturale vasta. Infatti, nella versione originale fa un riferimento a Macchiavelli, sfortunatamente non riportato nella versione italiana ed Edgar Allan Poe.

Location

La serie è stata girata in Romania nel Castello di Cantacuzino a Busteni, mentre le scene interne sono state girate a Bucapest. Inizialmente gli sceneggiatori avevano pensato al Canada, infatti cercavano castelli da adibire a location ed hanno trovato interessante la zona Balcanica.

Musiche

Horror, gotico, retrò, ecco cosa rappresentano le musiche in Mercoledì. La colonna sonora è stata scritta da Chris Bacon e Danny Elfman, già vecchie conoscenze di Burton ma le musiche scelte per la serie sono strepitose. 

Inizialmente, nella famosa scena dei piragna, che tutti abbiamo amato, si può ascoltare la voce di Edith Piaf con “Non, je ne regrette rien”,

per poi passare ai Rolling Stones con Paint it Black, i Metallica a Dua Lipa.

Una grande scelta musicale che ci spinge a capire di più su questo personaggio arguto e articolato.

I costumi

Anche se il personaggio era abbastanza noto e quindi non era difficile capire come vestire Mercoledì, a dirigere il tutto è stata la grande costumista da premio Oscar Colleen Atwood, grande collaboratrice di Burton ed inoltre, suo nonno conosceva personalmente Charles Addamas creatore del famoso fumetto dedicato alla Famiglia Addamas.

Colletti bianchi, abiti neri semplici, maglioncini a scacchi e dettagli all’uncinetto.  Con questo look, Mercoledì ha dettato le leggi della moda del momento.

Attualità

In questa serie si può notare come viene affrontato il concetto di integrazione che nella società attuale se ne parla a quantità industriale ma non si mette in atto. Basti pensare alle ultime notizie di cronaca a riguardo.

Chi sono i reietti? Sentirete parlare di loro in questa serie in modo dispregiativo ma sarà Mercoledì a chiarire le cose:

Coloro che hanno un dono in particolare e non verranno mai accettati dalla società comune. La stessa protagonista è l’adolescente un po’ dark e gotica vista già in Le terribili avventure di Sabrina, ma è l’antitesi dell’influencer, della ragazza immagine e della pink lady.

Lei non vuole essere accettata, non segue la massa, i social, vuole fare la scrittrice ed ha grandi doti per farlo.

Da un estremo all’altro. Perché Burton ha fatto questa scelta? Perché Mercoledì è il personaggio su cui nessuno avrebbe mai puntato ed il maestro ne ha fatto una regina.

Print Friendly, PDF & Email
Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Marianna D’Antonio

Classe '85. Attivista per la tutela degli animali, avida lettrice ed amante delle serie tv e film d'autore. "Il problema della razza umana e' che gli idioti sono assolutamente sicuri,mentre le persone intelligenti sono piene di dubbi." Bertrand Russell