Comunicati Stampa

No Turbogas Presenzano, Edison boicotta incontro in Prefettura. Il Comitato Agricoltori: “Grave scorrettezza istituzionale”

EVENTI IN EVIDENZA

Nota stampa ufficiale del Comitato Agricoltori No Turbogas di Presenzano (KANOTURBO)

PRESENZANO. “In attesa del vertice convocato presso la Prefettura di Caserta, in programma per venerdì 31 gennaio, ci saremmo aspettati un atteggiamento più rispettoso da parte di Edison, sia verso i cittadini che hanno partecipato alla manifestazione di sabato 25 gennaio, sia nei confronti dell’organo del governo territoriale e di una parlamentare della Repubblica Italiana, la senatrice Vilma Moronese del M5S, promotrice dell’iniziativa. Invece nella giornata di ieri, con una nota inviata al Comune di Presenzano, l’azienda ha comunicato ufficialmente l’inizio dei lavori per la realizzazione della centrale turbogas di Presenzano, compiendo una grave scorrettezza istituzionale e dimostrandosi, nei fatti, non disponibile ad accettare qualsiasi forma di mediazione con le popolazioni del territorio che si oppongono alla costruzione dell’impianto, anche quando importanti cariche dello Stato si sono impegnate a valutare la possibilità di una eventuale apertura al dialogo tra le parti in causa. Si tratta dell’ultimo tassello di una strategia ben precisa, messa in atto nelle ultime settimane, durante le quali Edison ha deciso di assumere un comportamento volutamente aggressivo per contrastare una mobilitazione democratica sempre più crescente. Con l’annuncio formale dell’inizio dei lavori, Edison boicotta l’incontro in Prefettura e dimostra una preoccupante mancanza di senso di responsabilità, non facendo altro che alimentare ulteriormente le tensioni sociali di questi giorni”.

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.