News

Nove anni senza Vanessa

I nove anni più dolorosi per la famiglia Scialfa, dopo l’omicidio della figlia Vanessa.

Oggi ricorre il nono anniversario del femminicidio della giovanissima Vanessa Scialfa.

Quello di Vanessa Scialfa, appena ventenne, uccisa dal fidanzato convivente Francesco Lo Presti nove anni fa, rimane uno dei femminicidi più dolorosi che la cronaca abbia mai raccontato e ricordato.
Vanessa, ha tentato in tutti i modi di aggrapparsi alla vita che tanto amava come la sua famiglia, un rapporto con loro minato costantemente dall’agire irrispettoso del suo assassino durante gli anni travagliati del loro rapporto.
Si, perché Lo Presti, condannato in via definitiva a 30 anni di carcere, prima di assassinarla ha cercato costantemente di toglierle ogni affetto, ogni momento di incontro e amore con i suoi cari che hanno tentato in tutti i modi di difenderla e proteggerla.

L’associazione Co.Tu.Le. Vi, Contro Tutte Le Violenze, Sportello antiviolenza Diana di Enna, da sempre vicina alla famiglia ricorda Vanessa con questa dichiarazione:

“A distanza di 9 anni il ricordo di questa giovane donna, indipendente, decisa e innamorata, è ancora vivo nei cuori di quanti l’hanno conosciuta e veramente amata. Dopo tanti anni Vanessa e la sua storia sono state nuovamente protagoniste di un’incresciosa vicenda”.

Cosa ancor più importante, data la gravità di alcuni gesti compiuti negli ultimi anni, come quello dell’ottobre del 2020 in cui ignoti danneggiarono la tomba di Vanessa al cimitero di Enna e  successivamente distrussero la stele che i genitori avevano fatto erigere sul luogo dove è stato ritrovato il corpo della giovane,  lo sportello Diana dell’Associazione Co.Tu.Le.Vi, farà ricostruire la lapide a futura memoria.
Un gesto significativo e importante che possa diventare faro per tutti coloro che con tali gravissimi gesti credevano di cancellare tutto l’affetto e l’amore per la dolce Vanessa.
Una presa di coscienza dunque per la cittadinanza tutta di una verità sentita profondamente: Vanessa c’è, vive in tutti noi, malgrado i gesti vili, sintomo di rabbia, insensibilità e mancanza di rispetto.

Ricordiamo che sarà celebrata nella chiesa di Santa Lucia, Enna Bassa, una messa in suffragio di Vanessa oggi alle ore 19:30.
Colgo occasione per concordare con quanto dichiarato dall’associazione Co.Tu.Le.Vi   “La storia di Vanessa dovrebbe insegnare che le vittime vanno trattate con rispetto anche nelle aule dei tribunali. Vittime e non imputate”.
È vero, questo è ciò che ci si aspetta dallo Stato, dalla società, ‘dall’apparato giudicante’.
Le vittime vanno tutelate, il giudizio va dedicato a chi ha tolto loro la vita e soprattutto a chi, ancora oggi, infanga tentando di ammazzarle ancora, sporcando la loro memoria.

Vanessa a te non accadrà, sei costante nel cuore di chi ti ha amato in vita ed ancora ti ama ed anche di chi ha potuto conoscerti solo dopo la tua tragica morte. Ma esisti Vanessa e nessuno potrà mai cancellare quel che sei per tutti, ancora oggi, distante se pur dentro ciascuno di noi.

Questo il post del papà, Giovanni Scialfa, dedicato alla figlia pubblicato sulla bacheca del suo profilo facebook:
“24-04-2012 24-04-2021
Ciao piccola mia ,oggi sono 9 anni da quel maledettissimo giorno.
Quel giorno ti abbiamo cercato ovunque , senza riuscire a rintracciarti , anche quel telefonino non dava segnali . Eravamo speranzosi di trovarti da qualche amica/o , ma niente nessuno ti aveva visto .
Mai avremmo pensato che quel lurido essere ti avesse tolto la vita . Ti abbiamo cercato per quasi tre giorni per poi sapere cosa era successo veramente.
Tutte quelle speranze sono svanite in un attimo , in quel momento si era fermato tutto .
Un lurido essere maledetto ti tolse la vita .
Ma tu vivi sempre nei nostri cuori e nei nostri ricordi e sarai sempre la nostra Vanessuccia , e resterai viva per sempre , perché quel maledetto ti ha tolto la vita ma non le ali , perché adesso sei libera di volare e nessuno più ti fermerà . come dice la tua mamma , Dio ti ha riportata a noi in forma di vento , quel vento che libero di soffiare dolcemente nei nostri visi come ad accarezzarci .
Manchi tantissimo sai ? Parliamo sempre di te , di quanto eri felice e sorridente , di come facevi sorridere in quello che facevi , di quanto amavi la vita di quanto eri bella e solare .
Si i ricordi di te sono rimasti indelebili , mai nessuno potrà cancellarli.
Ti voglio bene piccola mia , mi manchi tantissimo
Il tuo papà orso”

Queste invece le parole della sua mamma, Isabella Castro, attraverso un post sul suo profilo facebook:
“Il dolore non passerà mai ….
Si illude chi pensa io possa dimenticare o dimenticarti ….
Resti sempre nel mio cuore
Ogni giorno che passa sento sempre di piu ‘ la tua mancanza ….
Ti amo ❤”

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
1
Silly
0
Annamena Mastroianni
Docente. Media Educator. Formatrice.

    Comments are closed.