Ven. Nov 22nd, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Nuove tragedie in mare: almeno 40 morti, di cui 6 bambini

2 min read
EVENTI IN EVIDENZA

Sono ben 2 naufragi differenti, quelli avvenuti nelle ultime ore nei mari che bagnano le nostre coste. Uno nell’Egeo, l’altro al largo della Tunisia. Nove sono i migranti ritrovati morti, dopo il ribaltamento del motoscafo che li trasportava, al largo delle coste turche. Di questi 9, ben 6 erano bambini. A darne notizia ufficiale, l’agenzia di Stato turca, Anadolu. Sarebbe stata un’avaria nel distretto di Derme, nel golfo di Antalya, a causare la tragedia. Nonostante la meta non fosse nota, sembra certo che si sia trattato di un tentativo di raggiungere l’Europa, pur non potendo ormai più sapere che zona precisa era oggetto del viaggio della speranza, la fuga dalla morte che morte ha trovato, paradossalmente anticipandone la venuta. Di solito in quella tratta, il luogo più vcino da raggiungere, per far poi leva su altri lidi, è l’isola greca di Kastellorizo, subito di fronte alla cittadina turca di kas. Al momento sono sconosciute anche le nazionalità delle vittime. Invece, dall’altro fronte, sarebbero almeno 35 i morti nel naufragio di un barcone al largo delle coste tunisine. A renderlo noto lo stesso ministero della Difesa di Tunisia, che tramite i media locali, ha comunicato che “67 persone sono state salvate”. Stando a quanto appreso da fonti della sicurezza, a bordo dell’imbarcazione ci sarebbero state oltre 180 persone, tra cui almeno 80 provenienti da altri paesi africani, che non fossero la Tunisia. Come è possibile notare, sono proprie le 2 rotte “maledette” e “trattate”, sia dal governo precedente che, presumibilmente, da quello attuale, per essere limitative ed ostative di partenze. E mentre la Turchia chiede ancora più “garanzie”, che in termini più onesti vuol dire soldi e benefit commerciali, oltre ad impunità per l’intolleranza e la guerra alla libera informazione interna da parte dello stesso presidente Erdogan, gli Stati “frontalieri” africani alternano richieste all’Europa e afari con la delinquenza organizzata, in un gioco al rialzo dove l’unica certezza è che non esiste alcuna certezza di arrivo, per chi fugge da carestia, guerra e morte certa.

Oltre 900 migranti sbarcati sulle coste della Campania. A bordo ragazza morta

Usa: in uscita videogame che simula sparatorie a scuola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

Close