Ven. Apr 10th, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Olio Santo per atti sessuali; arrestato “Don” Pio Guidolin

2 min read
EVENTI IN EVIDENZA

Olio santo usato per atti sessuali. Atti sessuali perpetuati a minorenni. Pedofilia praticata da un prete di Catania. È questa la triste verità che ha portato all’arresto l’ennesimo pedofilo travestito da sacerdote. Cospargeva i corpi delle sue vittime con il suddetto olio e le costringeva ad avere rapporti sessuali, fatti passare per “atti purificatori” in grado di lenire le angosce e i turbamenti interiori dei giovani malcapitati. Si chiama Pio Guidolin ed è (era) a capo della parrocchia Santa Croce al Villaggio Sant’Agata, a Catania, il porco che ha abusato nel tempo di molti adolescenti, tutti di età inferiore ai 14 anni e con varie problematiche alle spalle. È emerso anche come, quando un ragazzo ha tentato per primo di sottrarsi alle perversioni del malato in camice ecclesiale denunciandolo, quest’ultimo sia stato messo in disparte, ai margini della vita parrocchiale. Un altro dato che deve far riflettere è il modus operandi del sacerdote. Don Guidolin, come lo chiamavano in Parrocchia (e si sa che il “Don” si dà ai preti e ai mafiosi n.d.r.), avrebbe risposto al tentativo di alcuni genitori che erano venuti a conoscenza dei fatti di denunciarlo, con intimidazioni gravi, volte a minacciare ed impaurire i poveri genitori, con le quali Don Pio dichiarava di poter contare su “conoscenze molto addentro alla malavita catanese”. Addirittura, e forse questo è il fatto che più di tutti crea sconcerto, è stato rilevato che oltre al prete perverso c’è stata l’accusa e l’imputazione per favoreggiamento ai danni di un padre di una delle vittime. Il “signore” in questione, venuto a conoscenza della volontà del proprio figlio di denunciare il prete, ha avvisato Don Guidolin. Non si escludono anche elargizioni pecuniarie e favori ad alcuni genitori delle vittime. Ora la Curia ha allontanato dalla sede di Catania il prete e lo ha “temporaneamente” spogliato delle sue funzioni, in attesa del processo. Peccato che la pena per questo infame individuo potrà essere “al massimo” la sua riduzione a uno stato di laicità. W la Curia. W l’Italia vaticana.

La fede è veramente questa?

Hinterland Napoli. Ragazzina di undici anni in un video pornografico

Curti. Violenza sulle donne, drappi rossi sul municipio

Open

Close