Ven. Mag 29th, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

ORRIBILE AGRESSIONE. Marcianise nella morsa delle baby gang aggredita donna disabile

2 min read
EVENTI IN EVIDENZA

MARCIANISE. Scene vergognose quelle che si sono svolte la scorsa sera a Marcianise. Balordi criminali di una baby gang hanno aggredito una donna disabile tra piazza Umberto I e via Santoro. La donna è stata colpita violentemente da questi animali senza una valida motivazione. L’episodio delinquenziale è stato ripreso dalle telecamere piazzate nella zona, le forze dell’ordine stanno cercando di risalire agli autori di questo vergognoso atto di bullismo, non c’è nessun attimo di sosta, le forze dell’ordine vogliono assicurare sin da subito alla giustizia questi criminali.

La sfortunata disabile è stata presa di mira da questi balordi assalitori, non riuscendo a difendersi, sull’episodio di cronaca si è espresso anche il primo cittadino di Marcianise Antonello Velardi, che ha chiesto amaramente “scusa con grandissimo dispiacere alla donna disabile aggredita.

Marcianise. Sversamento illecito di rifiuti, operazione straordinaria: denunciate 8 persone

Caserta. Azzurro Donna, Corvino: “Le donne di Forza Italia sono competenti”

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

Open

Close