• Mar. Dic 6th, 2022

Ottava giornata del campionato di Serie A

Presentazione dell’ottava giornata del campionato di Serie A

(Di Genesio Tortolano). Chiusa la parentesi riservata alle nazionali, rivelatasi fruttuosa per gli azzurri del commissario tecnico Roberto Mancini che si guadagnano l’accesso alle fasi finali della Nations League, grazie al duplice successo incamerato prima in casa al “Giuseppe Meazza”, contro la compagine della Rosa e cioè i bianchi dell’Inghilterra del commissario tecnico Gareth Southgate con il risultato di 1 – 0 e successivamente in trasferta con il punteggio di 0 – 2 alla “Puscas Arena”, contro la nazionale rossoverde magiara dell’Ungheria del CT italiano Marco Rossi. Ora, si torna a riassaporare il clima del campionato con la disputa dell’ottava giornata di Serie A che propone quale match d’apertura quello delle 15 di oggi che vede quale teatro lo stadio “Diego Armando Maradona”, dove si sfidano la formazione azzurra del Napoli, allenata dall’istrionico ed irriverente toscanaccio Luciano Spalletti, opposta al club granata del Torino, guidato dal temperamentale tecnico croato Ivan Juric. Il match si annuncia ricco d’interesse con i padroni di casa partenopei che viaggiano spediti con il vento in poppa, sia in campionato che in Champions League, dove sono al comando del loro girone. Gli ospiti piemontesi, non sono da meno, visto che sono protagonisti di un brillante inizio di stagione e certamente non vorranno stendere il proverbiale tappeto rosso agli avversari seppur più quotati. Il Napoli, come sempre, confida sul ruggito dell’impianto di Fuorigrotta del ” Maradona” e vuole ripartire nuovamente dalle proprie certezze e cioè di gran carriera ed esattamente da dove si era fermato prima della sosta e precisamente da una vittoria, l’ultima delle quali sul piano cronologico quella per 1 – 2 che è stata non certo banale anzi pesantissima, poichè conquistata in trasferta ed esattamente sul campo dei Campioni D’Italia rossoneri del Milan, guidati da un tecnico di grande pragmatismo ed acume come Stefano Pioli. Alle 18, fari accesi sullo stadio “Giuseppe Meazza” per il confronto, tra il team neroazzurro dell’Inter di Simone Inzaghi e la squadra giallorossa della Roma dell’amatissimo ex José Mourinho. Per la beneamata, definita così dai suoi tifosi e da alcuni critici e addetti ai lavori, si presenta l’opportunità per provare a riprendersi da un periodo critico sul piano del gioco e dei risultati, culminato con la sconfitta per 3 -1 alla “Dacia Arena”, contro il sodalizio bianconero dell’Udinese di mister Andrea Sottil. L’avversario di turno, sarà un ostacolo duro da superare, poichè la lupa capitolina ed in particolare il suo tecnico, il sopraccitato Josè Mourinho mai vittorioso contro il suo vecchio amore,  vorrà vendere cara la pelle e ottenere un risultato positivo per invertire finalmente questo trend negativo.  L’ultimo match di oggi in calendario, è quello delle 20,45 che si terrà nell’impianto del “Carlo Castellani”, dove si affronteranno gli azzurri dell’Empoli del trainer Paolo Zanetti, opposti al diavolo rossonero del Milan del sopraccitato Stefano Pioli. l locali toscani, puntano allo scalpo prestigioso contro un avversario di grido come i campioni d’Italia in carica, mentre la squadra ospite, vuole riscattarsi dopo il suddetto ko interno maturato contro il Napoli.

La domenica calcistica, si apre con il lunch match, quello delle 12,30 che avrà quale palcoscenico lo stadio “Olimpico” nel cui rettangolo di gioco si sfideranno le aquile biancocelesti della Lazio di Maurizio Sarri , contro gli aquilotti bianconeri dello Spezia allenati da Luca Gotti. Un match, sulla carta dai contorni favorevoli all’undici di casa, dall’alto della sua maggiore caratura tecnica e tattica. Gli ospiti, dal canto loro, cercheranno di giocarsi le proprie chance di strappare un risultato positivo. Alle 15, è in calendario la gara dello stadio “Via Del Mare”, tra il team giallorosso del Lecce e quello grigiorosso della Cremonese. Questo match tra i salentini di mister Marco Baroni e i lombardi del trainer Massimiliano Alvini, essendo uno scontro diretto per la salvezza, vede in palio una posta altissima che va oltre i tre punti.  Pertanto saranno necessari nervi saldi oltre alla massima e maniacale concentrazione. In contemporanea con il sopraccitato l’incontro in terra pugliese, si giocano altri due partite e per l’esattezza un altro scontro per la sopravvivenza nella massima serie e cioè quello dello stadio “Luigi Ferraris” di Genoa, tra la formazione blucerchiata della Sampdoria di Marco Giampaolo in perenne equilibrio tra conferma ed esonero e il neo promosso club biancorosso del Monza, ora targato Raffaele Palladino. Per la Sampdoria, la parola d’ordine è la vittoria per uscire dalla crisi nella quale la squadra è precipitata, impantanandosi letteralmente, mentre Il Monza vuole sfruttare l’onda lunga del successo con il risultato di 1 – 0 pre pausa nazionali, contro i bianconeri della Juventus, maturato tra le mura amiche dell’ U – Power Stadium.  L’altro match, sempre delle 15, è quello del “Mapei Stadium”, tra i neroverdi del Sassuolo allenati da Alessio Dionisi ed i granata della Salernitana di mister Davide Nicola. Questo confronto, si preannuncia contrassegnato da un sostanziale equilibrio vista le forze in campo. Alle 18, allo stadio “Gewiss Stadium”, si affrontano la Dea neroazzurra dell’Atalanta guidata dal pugnace Giampiero Gasperini e la formazione viola gigliata della Fiorentina del trainer Vincenzo Italiano. Gara, quest’ultima interessantissima, vista la vocazione al gioco propositivo di entrambe le squadre che predicano il credo prima attaccare e poi difendere. Il posticipo domenicale delle 20,45, è quello dell’ Allianz Stadium” di Torino, dove si giocherà  la sfida tra la Juventus e il Bologna. Per quanto riguarda la Vecchia Signora, quest’ultima è in crisi acuta e appare smarrita e priva di una chiara identità. Pertanto metaforicamente parlando le rughe sul volto sono visibilissime. Il tecnico Massimiliano Allegri, è fortemente discussione, visti i disastrosi risultati in ambito nazionale e per quanto concerne la campagna europea  in Champions League. In tale ottica, pertanto appaiono come frasi di circostanza, quelle pronunciate dalla società che formalmente lo ha confermato alla guida della squadra, rinnovandogli la fiducia. Per la Juventus, l’unica panacea ai suoi cronici mali, è la vittoria, medicina che manca da tantissimo tempo. Gli ospiti felsinei, guidata dal nuovo tecnico Thiago Motta, italiano di passaporto ma di sangue verdeoro, cercheranno di approfittare delle incertezze dei torinesi, aprendo ulteriori crepe nel fragilissimo equilibrio della truppa juventina.

A chiudere il turno numero otto del campionato di serie A, saranno lunedì alle 20,45 le compagini di Hellas Verona e Udinese che si sfideranno allo stadio ” Marcantonio Bentegodi”. I gialloblù scaligeri, guidati dall’ex di turno Gabriele Cioffi, vanno in cerca di equilibrio e continuità di risultati, dopo un inizio non certo dei più brillanti. Sulla sponda bianconera, i friulani di Andrea Sottil, sono la vera rivelazione di questo scorcio iniziale di stagione e vogliono continuare su questa strada intrapresa. La partita promette scintille tra due squadre intraprendenti. Le sfide dirette del passato tra queste due squadre spesso hanno regalato alle due tifoserie tanti goal ed emozioni.    

Print Friendly, PDF & Email
Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Redazione V-news.it

Il bot redazionale