Lun. Set 23rd, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Parete. Ciaramella (A.I.F.V.S. Aversa ed Agro aversano): “Insicurezza stradale a Parete e Giugliano”

3 min read

Biagio Ciaramella

Il referente sottolinea quanto i due paesi siano accumunati dalla mancata attenzione per i pericoli della strada

PARETE. “Parete e Giugliano si confermano realtà totalmente inaffidabili per quanto concerne la sicurezza stradale”. A parlare è il referente Aversa ed agro aversano dell’Associazione Italiana Familiari e Vittime della StradaBiagio Ciaramella, che, in una nota stampa, ha voluto sottolineare quanto i due paesi siano accumunati dalla mancata attenzione per i pericoli della strada. 

In particolare, lo sfogo di Ciaramella fa riferimento ad un video pubblicato dall’attivista del Movimento 5 Stelle di Parete (https://www.facebook.com/1278011142239707/videos/298605091075401/), nonché consigliere comunale, Rosalba Rispo, la quale ha documentato, alle ore 14 circa di venerdì 17 maggio, la condizione di via 2 agosto e via Amendola. al termine della fiera del venerdì. Lungo le strade citate, infatti, vengono rilasciati rifiuti di ogni tipo, che costringono i conducenti a fare lo slalom per evitare l’impatto. “E’ inaccettabile il fatto che, per un semplice mercato settimanale, alcune strade del nostro paese diventino, puntualmente, una discarica a cielo aperto. Vengono ricoperti di pattume anche i marciapiedi. Il problema non concerne solo il decoro e l’aspetto igienico – sanitario, ma, soprattutto, la sicurezza stradale”. “Riteniamo giusto che intervengano i vigili – afferma Ciaramella – affinché venga chiuso il tratto stradale in questione per tutta la durata della fiera, in quanto non percorribile, e fino a che non abbia luogo la rimozione dei rifiuti”. 

Ma per Biagio Ciaramella, Parete non è l’unico paese a presentare lacune: “Giugliano è di certo maestra. Non vengono effettuati controlli sul territorio da parte delle forze dell’ordine. I ragazzi non utilizzano il casco, non rispettano la segnaletica verticale ed orizzontale e sono praticamente invisibili per chi dovrebbe controllare. Terminando l’anno scolastico, un numero sempre maggiore di giovani si riverserà nelle strade ed il fenomeno, dati i mancati controlli, potrebbe essere concausa di morti sull’asfalto. Cellulari alla guida e cinture di sicurezza assenti non rappresentano un motivo di vanto per il nostro territorio”. 

Alberto Pallotti, presidente A.I.F.V.S., fa notare cosa sta avvenendo su piano nazionale: “Al Giro d’Italia 2019, in concerto con l’Aci, è stato lanciato l’hashtag rispettiamoci. A breve entrerà in vigore il progetto ‘salva motociclisti’, anticipato dall’Asaps, l’Associazione amici polizia stradale. La stessa chiesa, con il progetto ‘A maronn T’accumpagn’, si è mossa sulla nostra stessa scia. Speriamo che i sindaci inizino a prendere a cuore seriamente il dramma della sicurezza stradale”. 

https://www.vittimestrada.eu/

Leggi anche:

Aversa. Il candidato sindaco Gianluca Golia incontra il Garante dei diritti dei disabili

Caserta. Via della Seta, Asso Artigiani Imprese Caserta apre uno sportello di consulenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open